Giochiamo coi numeri

Ecco come giocare coi Numeri e non dite che la Matematica e’ noiosa

Prendiamo in esame i numeri da 1 a 9

123456789 x 9 = 111 .111. 111

123456789 x 18 = 222.222.222

123456789 x 27 = 333.333.333

123456789 x 36 = 444.444.444

123456789 x 45 = 555.555.555

123456789 x 54 = 666.666.666

123456789 x 63 = 777.777.777

123456789 x 72 = 888.888 888

123456789 x 81 = 999.999.999

non e’ finita ora moltiplico l’inizio e la fine

123456789 x 999.999.999

il risultato e’

12345678987654321

OPERA DEGRADATA – NESSUN DIRITTO

Come da Consulente Legale Informatico dell’Avv. Valentina Freudiani

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato a discrezione di togo29 e comunque non sistematicamente.
Non può quindi essere considerato un prodotto editoriale, ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Alcune immagini sono frutto di una ricerca attraverso la rete e/o prelevate da siti all’apparenza di pubblico dominio,ma se il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog che provvedera’ alla loro pronta rimozione.

Specchio specchio delle mie brame, qual e’ la piu’ pirla del reame? Eccola qua. Con la faccia sbacalita del tonno quando il marinaio gli dice che sta mangiando sua suocera… l’avete vista quella pubblicita’ del cazzo che passava in tv quest’estate? Col marinaio nella cambusa che masticando il tonno in scatola consolava un gruppo di pescioni attoniti dicendo….Son sempre i migliori che se ne vanno…. Una roba cosi’ macabra che faceva venire la pelle d’oca alle anatre… Cosi’ mi sento. Un po’ tonna. Per fortuna che abbiamo visto la Belen salire le scale con quel culetto a mandolino per la gioia dei nostri pirletti. No, perche’ in Italia e’ uno scandalo via l’altro. Non riesci a starci dietro. I politici fanno a gara uno a metterla in quel posto all’altro. E non solo in senso metaforico. Apri gli armadi e piovon giu’ cataste di scheletri. Ormai la mano sul fuoco non la metterei per nessuno.

Le mani piuttosto me le metterei da altre parti. Tipo una davanti e una di dietro che non si sa mai. L’unico su cui giurerei e’ Napisan. Anzi per la verita’ prima erano due. Napisan e Barbapapa’. Mapare che sia saltato fuori un video in cui Barbapapa’ salta sulle piume al Gabibbo. Invece su Napisan son sicura. Lui e’ veramente uno al di sopra delle parti. Anche delle parti del corpo. Quello che stupisce e’ anche dove trovino il tempo. No, dico. Noi che facciamo mestieri piu’ o meno normali siam sempre di corsa. Trafelati. Afana’ (affannati perchi legge da lontano). Noi bagiane non abbiamo neanche tempo di andare a fare la tinta e voi badola di sedervi dal barbiere a farvi fare la barba come si deve. Questi qua, i politici dico, che noi paghiamo profumatamente, invece han del gran tempo da perdere. Delle mezze giornate per coltivare i vizi. Poi ci mancherebbe. Il privato, lo dice la parola stessa, e’ privato…

Uno puo’ fare quel che gli pare. Anche fare l’amore con un rinoceronte o con un palo del divieto di sosta per quel che mi riguarda. E non credo nemmeno che sto gusto per la tromboiserie fuori dai canoni possa interferire sulle prestazioni lavorative. Anzi. E vorrei dire anzi. Forse sei persin piu’ carico. La cosa che stupisce pero’ e’ che quando si rivolgono a noi, i politici, parlan sempre di fiducia. Vogliono la fiducia degli elettori, chiedono la fiducia al governo. Ma come? Proprio voi? Ormai non si fa piu’ niente, neanche una legge sulla stagionatura delle scamorze, senza chiedere la fiducia. Quando l’approvazione di una legge e’ complicata, tocca mettere d’accordo tanti pareri, si rischia di non avere la maggioranza, si chiede la fiducia ed e’ bell’e fatta. Si usa la fiducia come il Guttalax, per costringere il Parlamento a scodellare le leggi senza troppi sforzi, fiducia ad effetto lassativo. Ma scusa. Io credevo che fosse Galbani, che voleva dire Fiducia. Non Cota e Alfano.

Ma come si fa ad andare avanti a colpi di fiducia? A casa mica facciamo cosi’? Non e’ che se tuo marito ti dice …Stasera esco, dove sono i preservativi?.. e tu gli chiedi..dove cazzo vai.., lui ti dice..abbi fiducia…Di solito si discute. Se mai poi gli si mettono le mani addosso e i preservativi in quel posto con tutta la scatola, ti pare? Che poi se vogliamo mettere i puntini sulle I. Se avessero veramente fiducia, farebbero il dibattito in Parlamento e la votazione normale, non ti pare? Invece proprio perche’ non si fidano, fan che mettere la ..fiducia… Perche’ sanno di tradirla loro per primi. Fiducia e non rompete i Maroni. Inteso come ministro e come balle. Allora senti. O la eliminiamo dal vocabolario o, se proprio non riusciamo a governare senza, non chiamiamola piu’ fiducia almeno. Chiamiamola..Votacchio…,il voto a cacchio o votazzo il voto a…..

Mobbing

Non e’ possibile per noi occidentali vivere senza Stress. E’ il sale della vita. Ma come il sale quando e’ troppo puo’ far male. L’interpretazione biologica dimostra che qualunque situazione ambientale viene recepita dal cervello come essere potenzialmente minaccioso e quindi scatta una reazione di allarme per prepararsi ad una risposta adeguata. Reazione che vede intervenire il gruppo composta dall’ipotalamo ipofiso surrenale del sistema nervoso simpatico, con aumento di adrenalina, endorfine e cortisolo. L’attivazione dura fino a quando dura lo stato di allerta e ha in se’ stessa la capacità di autolimitarsi, in quanto l’eccesso di cortisolo in circolo, esercita in feed-back negativo (retro-regolazione) su ipotalamo ed ipofisi, interrompendo la sorgente stessa dello Stress. Lo stress, quindi, e’ una risposta adattiva fisiologica dell’organismo, utilissima in particolari circostanze perche’ affina le capacita’ di concentrazione, di attenzione e di discriminazione percettiva. Puo’ tuttavia indurre varie patologie se gli stimoli sono troppo frequenti e prolungati, oppure se lo stress e’ vissuto con allarme eccessivo. Un evento, infatti, sara’ recepito come stressante secondo un sistema di lettura tutto individuale, che dipende da diversi fattori, quali la propria cultura, esperienza, aspettative dalla vita e lavoro. Esiste una predisposizione psichica particolare, la cosiddetta personalità del tipo “A” descritta come, da marcata ambizione, senso dell’incalzare del tempo, astio latente, desiderio di dominare l’ambiente circostante e metterlo sotto controllo, per cui chi ne e’ portatore vive in uno stato di tensione perenne, attivandosi per ogni situazione che non aderisca perfettamente a quella da lui prefigurata. Un simile soggetto e’ destinato a stress cronico, e ha molte piu’ probabilita’ di patologie (cardio-vascolari, ipertensione del miocardio, infarto del miocardio, gastroenterite, ulcera peptica, colon irritabile, rettocolite ulcerosa, morbo di Crohn, dermatite, psoriasi, depressione, ansia, ridotta capacita’ ad opporsi a virus, batteri, cellule tumorali) di un soggetto con personalita’ del tipo “B”. molto meno competitivo e ambizioso, che prende la vita come viene.

L’ambiente di lavoro e’ quello che piu’ espone allo stress cronico. Oltre ai classici motivi (lavoro ripetitivo, troppo facile rispetto le proprie capacita’ e aspettative; troppo pesante ed impegnativo, al limite delle capacita’ di adattamento.. mancanza di riconoscimenti e carriera; scavalcamento da parte di colleghi meno meritevoli; pendolarismo etc…) da qualche tempo se n’e’ aggiunto un altro, il piu’ subdolo e devastante, che sta assumendo proporzioni preoccupanti, il “Mobbing”; ovvero lo stress di persecuzione psicologica sul posto di lavoro: Il termine proviene da “to mob”, attaccare, usato in etologia per descrivere il comportamento degli uccelli che per difendere il nido volano attorno all’aggressore. Da circa un ventennio si e’ iniziato ad usarlo per indicare gli attacchi da parte di colleghi o datori di lavoro (in questo caso “bossing”) sotto le piu’ varie forme: emarginazione, diffusione di maldicenze, continue critiche, assegnazione di compiti dequalificanti, eccessive richieste, compromissione dell’immagine sociale, molestie sessuali. Lo scopo e’ quello di eliminare una personalita’ divenuta “scomoda”, per ragioni di concorrenza, gelosia, invidia, antipatia, distruggendola psicologicamente e socialmente, in modo da provocarne il licenziamento o, meglio ancora, da indurla alle dimissioni. Il mobbing ha gravi conseguenze sulla salute fisica e psichica.

Sono numerose le vittime, finite in prepensionamento o ricovero in cliniche psichiatriche e buona parte dei suicidi, un statistica indica dal 10 al 20% ha come causa scatenante lo stress da persecuzione psicologica sul posto del lavoro. Ma il fenomeno ha pesanti conseguenze anche sulla collettività: ogni lavoratore “mobbizzato” costa il triplo del suo salario per la ridotta produttivita’ di lavoro, per il prezzo sociale e familiare della sua depressione, per i farmaci e per l’eventuale ricorso alla magistratura. Sempre la statistica indica questa aggressione psicologica sul 20% dei lavoratori. In Italia, secondo le associazioni nate per combattere il fenomeno, sarebbero coinvolti un milione e mezzo di lavoratori. In Svezia e Germania la legislazione riconosce al lavoratore, l’invalidita’ psicologica derivante dall’aver subito forme di mobbing, includendo l’evenienza tra le malattie professionali. In Italia il mobbing e’ entrato nella giurisprudenza del lavoro dopo la sentenza del Tribunale di Torino del 16 Novembre 1999, che ha riconosciuto il “danno biologico” sotto forma di grave depressione in cui era caduta una lavoratrice per i ripetuti maltrattamenti del caporeparto; il datore di lavoro e’ stato condannato ad un risarcimento in denaro, avendo egli l’obbligo, secondo l’art. 2087 del Codice Civile, di tutelare l’integrita’ fisica e morale dei propri dipendenti.

Da non trascurare il Mobbing che si riscontra in eta’ scolastica e tra le mura domestiche con notevole incidenza del rapporto genitori figli, oggetto del prossimo post.

Giusy la Bancaria

La mia pseudo amica Giusy anzi la moglie del mio amico Roberto, quella che sonneggia in banca nel senso dormitorio e che dona consigli nel segno del “dalla Giusy mi guardi Iddio che dai nemici mi guardo io” ha deciso di dieticizzarsi considerato che la sua cellulite ha raggiunto il livello di guardia, anzi lo ha superato con tracimazione da temporale tropicale.

La Giusy bancaria leggendo una rivista che anticipa l’esposizione del corpo estiva, ha iniziato una dieta a punti anzi a zone e cosi’ e’ ingrassata di tre kg solo nelle caviglie, ora ha il collo del piede che si adatta ai pantaloni zampa d’elefante che fortunatamente sono ritornati come uso dagli anni settanta e ha un culo che si adatta alla poltrona del mio Boss. Ormai sembra un ammasso di lipidi la poveretta e di conseguenza in amore viaggia male ed e’ per quello che elargisce consigli sbagliati tali da essere licenziata se solo si sapesse il suo operato anti nazionale. Lei a dispetto di altri che cercano il benessere della Nazione facendo introitare moneta estera segue la moda masochista di rifiutare chi vuole dare dei soldi per il benessere suo e del suo datore di lavoro bancario. Lei inoltre ha avuto solo delle collisioni sentimentali, tamponando un paio di anime qua e la, ma si e’ risolto tutto in un fidanzamento lampo con un mio amico mostro di un’idiozia estrema che non ha considerato bene con chi si stava accasando. Povera Giusy, pensare che mesi fa era andata da una medium per conoscere il suo spirito guida. Seduta spiritica (lei su due sedie). La medium stramazza in trance con la voce di Rosario che imita il parlamentare spiritato, parla a spizziconi e la informa che il suo spirito guida e’ un capo indiano e che lei nella vita precedente e’ stata apache. Anzi per la precisione pellerossa. Cosa credibilissima in quanto la Giusy e’ sempre leggermente bordeaux per via di un eczema topico che la costringe a grattarsi tutto il giorno e anche alla notte non e’ da meno, lei si alza al mattino e toglie con l’aspirabriciole dalle lenzuola due etti di pelle strappata (l’altro etto le rimane sotto le unghie). Comunque essere consapevole di quanto la medium le ha rivelato, la eccita in maniera folgorante e con un’autosuggestione da oscar, comincia a parlare con la petunia, la malvarosa, va nei giardinetti e abbraccia le rubinie, bacia le gardenie e fa amicizia con due pini marittimi pero’ si trattiene dal bere a colazione il concime chimico per le piante Crescita Miracolosa. In piu’ si convince che qualche segnale della sua anima apache l’ha sempre avuto. Primo perche’ le piace camminare scalza (non trovando scarpe adatte)..secondo perche’ quando sbadiglia fa sbadigli sonori modulati mettendo ad intermittenza la mano davanti alla bocca cosi’ guarda… Ahhh.. Ahhhmmmm sput sput (bava che le scende da quel cesso di bocca).

Succede pero’ che qualche giorno fa, decide di ritornare dalla medium considerato che la stessa ha avuto gli arresti domiciliari, e dato che la vita di Giusy non e’ migliorata, sia per altri tre kg presi corporei, sia perche’ non ha avuto rapporti se non quelli in chat quando si e’ finta anoressica col nick teladogratis ed insomma la sua vita non e’ cambiata granche’. La Medium ovviamente col cazzo che la riconosce e ricade in trance dopo essersi premurata che la quota visita era coperta, la informa stavolta, sempre con la voce fiorellana imitante sempre il parlamentare, che il suo spirito guida e’ un cortigiano del settecento (lei aveva capito artigiano con la “seicento” alias macchina utilitaria della Fiat) e comunque lei nella vita passata era stata una strega arsa sul rogo. Nientemeno. Doppio salto mortale carpiato in avanti con avvitamento. Spiazzante. Ho dovuto intervenire io. Le ho regalato una scopa di saggina alta fin quasi al soffitto e poi le ho dato il colpo di grazia e al raduno delle donne emancipate quelle che si mettono a tette al vento, l’ho invitata ad una grigliata a base di uccelli italiani che sono quelli che le auguro di prendere nel posto dove non batte il sole dimodoche’ uno sprone godereccio le fara’ evitare di commettere errori causati da quella sua forma di gelosia e vuoi vedere che queste salsicce cotte sul barbeque le faranno da spirito guida o quanto meno da spirito foglio rosa?

Goglogo.. fate attenzione

Durante una delle mie navigazioni quotidiane mi sono imbattutto in un sito che dovrebbe essere catalogato come “malicious”, ma che invece è ritenuto sicuro da diversi filtri, fra cui il siteadvisor online di McAfee.

Goglogo.com(non visitatelo) e’ un sito che offre la possibilità di creare una pagina clone di Google personalizzando il contenuto testuale del logotipo. Molto carino se non fosse per il fatto che ogni pixel della pagina al mouse-over apre un pop-up.

Se siete forniti di un blocco pop-up nel vostro browser allora vedrete comparire la barra di segnalazione con il contatore dei pop-up bloccati che gira come il contapunti di un flipper. Se invece avete il blocco pop-up disattivato o non ne avete uno il risultato sarà l’apertura a raffica di finestre del browser fino al definitivo crash.

Fate quindi attenzione e se notate l’antivirus nella foto lo considera abile insieme ad altri..quindi occhio…

Genesi..la vera storia secondo Demetrio..

Penso ad un futuro in cui l’umanita’ sara’ bisessuale. Il sesso sara’ gesto di affetto e non destinato alla procreazione. Mi ricordo un libro di una donna di cui non ricordo il nome , che citava l’impossibilita’ di scegliere con chi e come avere rapporti sessuali, il sistema era questo ed era sotto regole ben precise e cioe’ ai soli uomini era concesso di avere rapporti da adulti con maschi piu’ giovani mantenendo ruolo attivo. Raggiunta la maggiore eta’ gli adolescenti abbandonavano il ruolo passivo ed ecco qui che l’attivita’ bisessuale era dimostrata..per le donne invece solo il ruolo di moglie e madre, l’amore coniugale che conviveva con quello per altri uomini era fatto diverso..in greco chiamato “filia, ovvero all’eros godereccio. Quindi i greci erano chiaramente bisex per questa attitudine del maschio grande di avere tra le braccia ..si fa per dire..il maschio piccolo anche perche’ da piccolo forse aveva provato l’eros che poi in futuro avrebbe ribaltato su altri piu’ giovani.

Il prezzo che stiamo pagando per l’evoluzione della specie che e’ quello che nasce della ricerca della parita’ dei sessi ed e’una maggiore liberta’ dagli stereotipi e dai pregiudizi. Recentemente le donne hanno assunto ruoli sempre piu’ attivi nella societa’ e questo porta con se’ un’attenuazione delle differenze sessuali. Avremo un futuro di uomini meno virili e donne piu’ mascoline. La specie umana si va evolvendo verso un modello unico, le differenze tra uomo e donna si attenuano ..l’uomo, non dovendo piu’ lottare come una volta per la sopravvivenza, produce meno ormoni androgeni diventa calvo e senza palle i denti servono solo a bellezza sempre piu’ allineati e sempre piu’ bianchi e quindi i canini si accorciano, la donna, anche lei messa di fronte a nuovi ruoli, meno estrogeni e gli organi della riproduzione si atrofizzano ed e’ per quello che si sparano silicone nelle parti che stanno scomparendo. Questo, unito al fatto che, tra fecondazione artificiale e clonazione, il sesso non e’ più l’unica via per procreare, finira’ col privare del tutto l’atto sessuale del suo fine riproduttivo. Il sesso restera’ ma solo come gesto d’affetto, dunque non sara’ piu’ cosi’ importante se sceglieremo di praticarlo con un partner del nostro stesso sesso. Platone affermava che l’ amore finalizzato alla procreazione era quello dei corpi, quello animalesco mentre quello per i fanciulli era piu’ nobile perche’ volto alla procreazione delle anime. Quindi la tesi di chi utilizza il senso o sentimento verso la persona piu’ giovane non finalizza una procreazione ma un’evoluzione nobile che e’ quella del sentimento dell’anima. Provate a ragionarci sopra e concludo con una frase della Genesi 2,18..

E il Signore Dio disse… non e’ bene che l’uomo sia solo. Fece scendere un torpore sull’uomo, che si addormento’.. gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio plasmo’ con la costola, che aveva tolta all’uomo, una donna e la condusse all’uomo. Allora l’uomo disse.. questa volta essa e’ carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa. La si chiamera’ costola perche’ all’uomo e’ stata tolta.. forse non e’ cosi’…. qui esce la parte non seria o quasi..

Premetto che la donna o pseudotale fu tratta da una costola di Adamo.. non fu tratta dalla sua testa per governare su di lui, ne’ dai suoi piedi per essere da lui calpestata,ma dal suo fianco per essere uguale a lui, da sotto le sue braccia per trovare in lui protezione, da vicino al suo cuore per essere da lui amata.

E poi chi dice che Eva fu’ la prima donna? Allora continuo e la storia e’ andata in questo modo.. o almeno credo dalle letture varie nelle diverse religioni.

Gli ebrei scrissero un libro sacro, la Bibbia e raccontano che in Babilonia la grande Dea in si chiamasse Lilith. Nel primo capitolo della Genesi, nella sua forma piu’ antica, Dio, o, forse, gli Dei diedero origine al creato. Gli uomini furono creati insieme, maschio e femmina e per ora limitiamoci a questi due, Adamo e Lilith.

Il settimo giorno, mentre l’energia divina della creazione riposa sindacalmente, Adamo e Lilith scopano. Lilith si becca Adamo, che e’ sdraiato sopra di lei nella posa del missionario. Piu’ tardi Lilith dice ad Adamo…La prossima volta scambiamo le parti, e io sto’ sopra nella posa… Adamo maschilista convinto risponde secco di NO e Lilith incazzata.. Perche’ no, dal momento che siamo stati creati uguali… Adamo ribadisce il suo no e Lilith decide di andarsene senza nemmeno voltarsi. Va’ lungo le rive del Mar Morto, dove abitano scorpioni e serpenti e veleni. Adamo fighetto va’ a lamentarsi da Dio e stringo la storia Lilith viene maledetta… i figli che lei scodellera’ moriranno sempre, perche’ a lei non e’ dato partorire vita, ma solo morte. E Lilith si trasforma nella regina delle streghe e abita l’oscurita’ di Lucifero.
Nel secondo capitolo della Genesi, piu’ recente, le cose si trasformano.. Lilith scompare nel nulla e di lei rimane solo un fantasma e appare Eva, la donna creata dalla costola di Adamo, la donna che non mette in discussione la posizione dell’uomo. Ad Eva resta il compito di introdurre l’oscurita’ nella vita umana, con quella cazzata di dar retta al serpente e mangiare la mela. E da allora il detto puttana Eva… insomma, avevamo il mezzo di non lavorare, non fare guerre, non ammalarci e per sta stronza affamata di mele ci siamo giocati tutto.. vabbe’ arrivederci figli di Eva…

Robinia (acacia o gaggìa) invadente

In linea coi Film del tipo “invasione dallo spazio” , faccio una considerazione sulla “invasione delle robinie”..e’ un’emigrazione botanica importata dalle Americhe e sono le piante piu’ comuni che assieme al mais, patate e peperoni sono diventate solide presenze nelle nostre terre. Queste piante sono considerate invasive, ma io dico che senza queste come avremmo fatto ad arginare i nostri greti dei fiumi che scendono dalle valli e questo loro compito diventa sempre piu’ difficile causa il clima che diventa sempre piu’ caldo e da umido il terreno diventa asciutto e indebolisce queste “creature” e i boschi stanno sparendo grazie anche alla mano dell’uomo che fa pulizia per costruire e poi si lamenta se viene sommerso dal fango dopo una pioggia.. la natura si ribella e queste frane e smottamenti sono ormai normali dove hanno castigato olmi e messo in difficolta’ castagni e cosi le robinie hanno trovato il loro futuro in mezzo a questi spazi vuoti. Queste salgono sino ai 2.000 metri del sestriere e si vedono gia’ in mezzo ai larici e pini di montagna. Ma non si fermano ai monti e le troviamo al mare vicino agli scogli e la loro aggressivita’ le fa considerare come gli unni botanici ed ecco l’invasione delle robinie. Ma questo invasore e’ positivo considerato il loro legno che da bellissima brace quando ‘ arso e che ha contribuito a scaldare i camini senza consumare petrolio e che dire dei fiori, bianchi e profumati danno pollini che le nostre api succhiano e ci riforniscono di miele buonissimo..non dimentichiamo le foglie che i nostri conigli amano a dismisura e per chi mangia carne ne assapora la qualita’. Ora una considerazione, Robinia va in simbiosi con Robin il famoso botanico che rubava ai poveri per dare ai ricchi al servizio di Enrico IV il re Francese (e non viceversa come fa un politico da noi)..quindi vediamo l’invasione come benevola e non stoltamente indicata come fastidio, quasi odio per la pianta, questa non deve essere vittima di stolta pulizia etnica e del resto si sa che il troppo successo da fastidio, enorme fastidio.

Halloween

” LA LEGGENDA DI JACK O’ LANTERN “

Il Nonno Vi racconta la nascita del Mito della ZUCCA INTAGLIATA

Tanti e tanti anni fa, viveva in Irlanda un vecchio fabbro di nome Jack, ubriacone col braccino corto, e che costui, la notte di HALLOWEEN, aveva incontrato per caso in un Pub sottocasa il Diavolo, venuto per reclamare la Sua Anima ..da qui il detto merindio “l’anima de li …suoi”
L’ubriacone stava per cadere nelle mani di Satana, quando con un colpo di culo, riusci’ ad imbrogliarlo facendogli credere che gli avrebbe dato la sua anima in cambio di un’ ultima cannata o bevuta qualdirsivoglia : il Diavolo un poco rimbambito, allora, si trasformo’ in una monetina da sei pence per pagare l’Oste, ma Jack furrrrrbo e veloce oltre che tracannatore riusci’ a farla scivolare nella propria tasca, dove conservava sempre una croce d’ argento .. e fu’ cosi’ che Satana non pote’ piu’ tornare alla sua forma originaria .. e a quel punto dovette scendere a compromessi con
Jack il quale, quando era pieno esprimeva il massimo di se e riusci’ a stipulare un altro patto con Lui … lo avrebbe lasciato andare solo se, per almeno 10 anni, non fosse tornato a reclamare la sua Anima …..(poi che cazzo se ne faceva di sta anima.boh)
Il Diavolo accetto’…Dieci anni dopo, s’incontrarono di nuovo e per non farla lunga, Jack, sempre con uno stratagemma, riusci’ a sottrarsi al Potere del Principe delle Tenebre ed a fargli promettere che non lo avrebbe cercato mai piu’ .. il Demonio, che si trovava in una situazione veramente difficile, non pote’ far altro che accettare …..
Quando, alla fine Jack mori’, non fu ammesso, a causa della sua vita dissoluta, nel Regno dei Cieli e fu costretto a bussare alle Porte dell’ Inferno.. il Diavolo, pero’, che aveva dato la sua parola che non lo avrebbe mai piu’ cercato, lo caccio’ in malo modo tirandogli dietro un tizzone infernale incandescente …..
Jack se ne servi’ allora per ritrovare la strada giusta e, affinche’ non si spegnesse col vento, lo mise al riparo dentro una delle Rape che teneva per sfamarsi …..

La Leggenda dice che da allora Jack vaghi con il suo tizzone ardente, in attesa del Giorno del Giudizio ( da qui il Nome di Jack O’ Lantern – Jack e la Sua lanterna ) e simboleggi le anime dannate ed erranti …..

Quando gli Irlandesi, in seguito alla Carestia del 1845 , abbandonarono il loro Paese e si diressero in America, portarono con loro questa Leggenda e, poiche’ le Rape in America non erano cosi’ diffuse come in Irlanda, le sostituirono con le piu’ comuni ZUCCHE …..
Da allora la ZUCCA INTAGLIATA con la faccia del Vecchio Fabbro ed il Lumino all’ interno, divenne il Simbolo piu’ famoso della ricorrenza di HALLOWEEN ! Il brutto della storia che pure noi Italici scimmiottando gli oltre oceanici del nuovo mondo festeggiamo questa ricorrenza, insomma per fare festa noi appoggiamo anche lo sciopero delle vulvivendole e voia de lavora’ sartame addosso..

Il Corriere

C’e’ oggi in Italia un nuovo soggetto che influenza e condiziona indebitamente la vita dei cittadini, questo soggetto e’ il Corriere.

No, non fraintendetemi, non sto portando un ennesimo attacco alla liberta’ d’informazione (non sono stato colto da improvvisi deliri d’onnipotenza!) e non mi sto riferendo al «Corriere della Sera», ma al Corriere, quello che ci consegna i pacchi a casa. Perche’ allora uso la maiuscola? Ma e’ semplice, perche’ al Corriere si deve portare il massimo rispetto.. nell’epoca dell’e-commerce, degli acquisti in rete e della privatizzazione dei servizi postali, la possibilita’ di ricevere cio’ che abbiamo ordinato dipende da Lui, dalla sua benevolenza e, naturalmente, dalla deferenza con cui a Lui ci relazioniamo.

Tu acquisti un televisore su internet (ma anche se lo compri in un negozio devi spesso aspettare che il Corriere lo consegni al punto vendita) e ti metti in paziente attesa. Dicono che nell’ex Germania Est per avere una Trabant (le mitiche macchinine simili alla Bianchina di Fantozzi) ci volessero sette anni dal momento dell’ordine; per gli oggetti comprati in Rete accade spesso la stessa cosa.

Quando la pazienza comincia a difettare, chiami il call-center e ti senti rispondere: «Dipende dal Corriere». Allora chiedi cortesemente di avere il numero telefonico del Corriere e ti viene opposto un garbato, ma netto rifiuto…Mi dia piuttosto, il suo numero di cellulare, la faccio chiamare io dal Corriere…

Avete capito? Il Corriere e’ come un ministro a un vertice internazionale.. non puo’ essere disturbato. Il suo numero e’ più segreto di quello di un agente Cia. Tu non puoi chiamarlo, ma Lui puo’ chiamare te, a qualsiasi ora. Quindi il tuo cellulare deve essere sempre acceso perche’, per usare un riferimento evangelico, il Corriere e’ come lo sposo che giunge all’improvviso nella notte, solo le vergini savie e preparate possono incontrarlo, quelle stolte ce l’hanno in un piede.

Ma il Corriere e’ anche avaro di parole, non ti chiama, ti manda un Sms: ..Consegna tv domani ore 10.34.. Ma come domani? Io sono al lavoro, sono un chirurgo che opera a cuore aperto! Tenti una trattativa..E’ possibile trovare un’altra data? .. Risposta…Martedi’ 13 marzo 2014, ore 15.27… Allora ti arrendi. Ci sono delle priorita’.. Ubi major… I pazienti possono aspettare, il digitale terrestre no.
Beati quelli di Star Trek che avevano il teletrasporto, noi abbiamo solo i trasportatori di tele.

Facebook Ergo Sum

Ed ecco che la lingua morta e’ risorta in Facebook che ha inseritola propria versione in latino, dando vita ad un progetto sicuramente non normale all’era dell’uso delle K e degli acronimi(xke’, cki 6, TVB etc) e che gli studenti o ex studenti non potranno non curiosare tra una versione e un’altra.

Portare una lingua “morta” sul web non e’ certo semplice, occorre tradurre in parole antiche significati totalmente nuovi. Ed e’ cosi’ che il “poke” diventa “puncti“, l’homepage diventa “domus“, la posta diventa “epistulae“, le notifiche “nuntia“”A cosa stai pensando?” e’ sostituita da “Quid cogitas?”” Natalis” nei compleanni ” Colloquium” al posto di “Chat”., mentre lo “status” rimane tale e quale anche a vari secoli e molte tecnologie di distanza.

Quindi fansettiggiatemi con “Stultorum infinitus est numerus” o sempre da tuentinain esiste il rinnovato “Delenda est” e ricordatevi che “ errare humano est, togo29 autem ovest”

Ehmm..

Come impostare Facebook in Latino?
Ite in una qualsiasi pagina di Facebook dopo aver effettuato In basso a pie’ di pagina cliccate sul link della lingua impostata (in genere Italiano). Selezionate lingua Latina.

Se poi non vi gusta basta rieffettuare la veloce operazione e reimpostare l’italiano.