Aughat.

 

Immagine

 

Ma dove stanno sti metri di neve che devono cadere durante i giorni della merla? E vabbuo’..Capita anche a voi di vedere una montagna di carta nella cassetta pubblicitaria applicata nelle vicinanze all’ingresso della tana? Certo che si e questo post e’ la dimostrazione evidente della perdita del potere di acquisto italiota dovuto all’inflazione causata dell’ euro.. senza mettere di mezzo l’Istat e i suoi dati spaesati nel senso di estranei alla realta’ in cui sopravviviamo basta andare a sto supermercato che ha fatto infilare in buca i depilantes col classico «tutto a 1 euro» ed e’ gia molto se poi si precisa, magari con scrittura piccola, che ci sono «tanti prodotti» convenientissimi. A 1€ si offrono adesso le stesse cose che non molto tempo fa’ erano promozionalmente offerte alle vecchie 1.000 lire… il fatto che comunque ci appaiano ancora convenienti dimostra che il prezzo cosidetto normale e’ spaventosamente lievitato in maniera esponenziale rispetto ai nostro introiti. Noto che la maggioranza di questi supermercati sistema una parata di prodotti a 1€ in mezzo a due pareti di «offerte speciali». E li’ la scienza dell’accalappiamento inculatorio del cliente troppo pirla raggiunge vette sublimi.. il tutto, comunque, nell’interesse del cliente stesso, che altrimenti pagherebbe, per questi prodotti, di piu’..mooolto di piu’. Dando uno sguardo a sto depilantes noto l’offerta a 1€  di rotoloni di scotch alto, forte… e’ chiaro che, se si avesse di esso scotch un disperato bisogno, mettiamo per imbavagliare la nonna e bruciacchiarla viva senza che si sentano le sue urla, si sarebbe disposti a spendere molto di piu’ per quell’utilissimo prodotto. L’offerta sembra comunque cosi’ conveniente che perdersela sarebbe un peccato, e dunque si mette nel carrello lo scotch, in attesa di un’occasione per usarlo non per la nonna ma per il vicino rompiballe che ti chiede consulenze e ricerche in internet per tutte le pirlate necessarie al condominio dove vegeti. Stavo sforando dalla tematica depilantes, ad ogni modo lumi che ai lati ti danno, per 2 €, tre scatolette di sardine o di sgombri. Un’occasione, peccato che magari  non puoi soffrire sardine o sgombri altrimenti non solo risparmi, ma mangiandoli fai anche un fioretto, in qualche modo ti ribelli al consumismo facile e te ne imponi uno difficile. Sei «contro» anche andando «con»: bellissima acrobazia comportamentale. Un’altra occhiata alla offerte di mezzo. A 1 € un set di chiodini per casa, di moltissime misure. Impossibile non comprarlo, in vista della creazione «chez toi» di una pinacoteca o di una trappoletta casalese per polipi.  Ma hai fatto alcuni passi e adesso ecco che ai lati sono fiorite le offerte di fette biscottate, se ne compri tre pacchi hai diritto a una confezione gratuita di biscottini, a quel punto basta prendere altri due pacchi e le confezioni diventano tre. Cinque pacchi di fette biscottate piu’ tre confezioni di biscottini, otto pezzi in totale, hai pure diritto a una scodella gigante. A questo punto capisci facilmente che con un acquisto di altre fette biscottate sempre in offerta speciale arrivi facile a sei scodelle giganti gratuite, insomma ti fai un servizio completo da latte per la colazione del mattino, un servizio da sei e peccato che in famiglia siamo solo in due, comunque potremmo sempre invitare qualcuno o qualchedue no? Non ho raccontato novita’.. io le ho solo scritte ma rimane il classico detto famoso del nonno che se te lo ficcano nel culo..nn devi muoverti almeno non li farai godere..ma che magra soddisfazione..ad ogni modo sto depilantes di Aughat finisce nel bidone giallo alla faccia del disboscamento dell’Amazzonia, nella speranza che serva per i ricicli e non per il teleriscaldamento.. ma sta merla dove sta?

Lo sapevi che..

Immagine

PER LA SERIE DELLO “LO SAPEVATE CHE,,”

a.. Che E’ impossibile mordersi il gomito.
b.. Che la Coca Cola era originariamente verde.
c.. Che e’ possibile fare salire le scale ad una mucca ma non fargliele
scendere.
d.. Che il verso di un’anatra non fa eco e nessuno sa’ perche’.
e.. Che un coccodrillo non puo’ tirare fuori la lingua.
f.. Che i porci non possono fisicamente guardare il cielo.
g.. Che se tentate di trattenere uno starnuto, potrete causarvi la rottura di una vena nel cervello o nella nuca, e potreste morire.
h.. Che l’accendino e’ stato inventato prima dei fiammiferi.
i.. Che ogni re delle carte rappresenta un grande re della storia:
Picche: Re David.
Fiori: Alessandro Magno.
Cuori: Carlomagno.
Quadri: GiulioCesare.
j.. Che moltiplicando 111.111.111 x 111.111.111 si ottiene
12.345.678.987.654.321
k.. Che in una statua equestre: se il cavallo ha due zampe per aria, la
persona sul suo dorso è morta in combattimento, se il cavallo ha una delle
zampe anteriori alzate, la persona è morta in seguito ad una ferita inferta in combattimento, se il cavallo ha le quattro zampe per terra, la persona è morta per cause naturali.
l.. Che il nome Jeep viene dall’abbreviazione usata nell’esercito
americano auto per le ‘General Purpose’ cioe’ G.P. pronunciato in
inglese.
m.. Che e’ impossibile starnutire con gli occhi aperti.
n.. Che i destri vivono in media nove anni piu’ dei mancini.
o.. Che lo scarafaggio puo’ vivere nove giorni senza la sua testa, prima di
morire … di fame.
p.. Che gli elefanti sono gli unici animali del creato che non possono
saltare (per fortuna).
q.. Che una persona normale ride circa 15 volte al giorno.
r.. Che la parola cimitero proviene dal greco koimetirion che significa:
dormitorio.
s.. Che nell’antica Inghilterra la gente non poteva fare sesso senza il
consenso del Re (a meno che non si trattasse di un membro della famiglia
reale).
Quando la gente voleva un figlio doveva chiedere il permesso al Re, il qualeconsegnava una targhetta che dovevano appendere fuori dalla porta mentreavevano rapporti.
La targhetta diceva Fornication Under Consent of the King (F. U.C.K.). Questa e’ l’origine della parola.
t.. Che durante la guerra di secessione, quando tornavano le truppe ai loro quartieri senza avere nessun caduto, scrivevano su una grande lavagna 0 Killed(zero morti). Da qui proviene l’espressione O.K. per dire tutto bene.
u.. Che quando i conquistatori inglesi arrivarono in Australia, si
spaventarono nel vedere degli strani animali che facevano salti incredibili.
Chiamarono immediatamente uno del luogo (gli indigeni australiani erano
estremamente pacifici) e cercarono di fare domande con i gesti.
Sentendo che l’indigeno diceva sempre Kan Ghu Ru adottarono il vocabolo inglese kangaroo (canguro).
I linguisti determinarono dopo ricerche che il significato di quello che gli
indigeni volevano dire era ‘Non vi capisco.’
v.. Che l’80% delle persone che leggono questo testo hanno cercato di
mordersi il gomito!!!!!

CONSIGLIO:

Quando il tuo lavoro ti rompe, e sei sull’orlo della depressione, e niente
va come vorresti, fai cosi’: uscendo dall’ufficio, fermati in una farmacia
compra un termometro rettale Johnson and Johnson’ (solo questa marca).
Aprilo e leggi le istruzioni.
Troverai questa frase da qualche parte: ogni termometro rettale Johnson and Johnson’ è stato personalmente provato nella nostra fabbrica.
Ora chiudi gli occhi e ripeti ad alta voce per 5 volte:
‘sono felice di non lavorare nel reparto controllo di qualita’ da Johnson
and Johnson’ !!!!
E, ricordati sempre, che ci sono lavori peggiori del tuo!!!

Quando..

 

Immagine

 

La seduta sul cesso mattutina ha un grande valore psicologico per il semplice motivo che facendo scendere la triturazione del mangime che ha gia’ fatto il giro del piloro scontrandosi con cistifellea e bile, ti libera da quella sensazione di pienezza. Peccato che per legge di dinamica ad ogni azione corrisponde una reazione pari e contraria e ne riassumo una dozzina che sovente capitano quando… (invito i moralisti a scivolare d’ala per i termini usati anche se gli stessi sono indicati sul Treccani e sulla carta dei diritti dell’uomo e della donna).
cesso

 

1 – Quando ti accorgi che e’ finito il rotolo della carta e dopo esserti accorto della mancanza del rotolo, ti accorgi di esser solo in casa e resti seduto li’ come un pirla, la persona piu’ indifesa dell’universo, ad abbinare santi con animali rischiando l’inferno dopo la tua probabile futura decuiussagione e pensare sul da farsi.

 

2 – Quando, dopo esserti lavato il lato B, prendi coscienza del fatto che in precedenza hai messo la salvietta tra le cose da lavare senza sostituirla con una nuova.

 

3 – Quando la carta c’e’, ma sei allo strappo finale ovvero quello incollato sul cartone del rotolo e allora cerchi di usarla al meglio, per non restare a due o tre passate dalla fine senza carta (e finire al punto uno).

 

4 – Quando la carta c’e’, ma si rompe. Io non so’ se c’e’ qualcosa di peggio che infilare le dita nel tuo culo sporco di cacca (forse infilarle nel culo sporco di cacca di un altro, ma e’ piuttosto improbabile per chi non batte bandiera corsara).

 

5 – Quando ti pulisci per quaranta minuti, ma sei sempre sporco. Pulisci, pulisci, pulisci… Ma la carta e’ sempre dannatamente sporca, come se il tuo culo avesse deciso che, invece di cagarlo, vuole semplicemente consumarlo, sto stronzo.
togo

 

6 – Quando finisci, sei sicuro di aver finito, e mentre ti pulisci devi farne un altro po’…Variazione sul tema… quando finisci, ti pulisci, ti alzi… e devi farne ancora.

 

7 –  Quando suona il telefono appena ti sei seduto. E gia’ qui fa’ incazzare, ma proseguo con le varianti..

 

 8 – Quando suona il telefono appena ti sei seduto, ti pulisci al volo, di corsa, male, ti alzi coi pantaloni a meta, inciampi nel tappeto, batti il gomito nello spigolo del luigi KVI’, arrivi al telefono e smette di squillare. (apro una parentesi.. perche’ subito dopo, telefoni quelli che ti telefonano solitamente per chiedere se hanno chiamato… tutti diranno di no. quelli che chiamano piu’ raramente.. anche loro non ti hanno telefonato… tutti quelli che conosci… nessuno ha chiamato e nessuno ti telefonera’ mai piu’ durante la giornata e a quelli che ti chiameranno chiederai “sei tu che hai chiamato prima?” “no, ti chiamo adesso per la prima volta…” ma allora chi cazzo era? insomma un poltergeist che si manifesta solo quando evacui, sara’ in dispetto o sara’ la Telecom che vuol incrementare le telefonate?)

 

9 – Quando ti siedi sul cesso e suonano alla porta. E in casa ci sta’ nessuno. E tu dici.. Vaffanculo, stavolta faccio finta che in casa non ci sia anima viva …. E suonano di nuovo. E tu dici ..Che minchia suonate a fare, se in casa non c’e’ nessuno?. Pero’ ti vengono degli scrupoli. Magari hanno portato via il buon gnegne’ con l’ambulanza e ti sono venuti ad avvertire…oppure e’ il pacco che aspettavi da amazon.. Alla terza suonata cedi, ti pulisci di corsa e male, voli a rispondere pinzandoti l’attrezzo riproduttivo nella zip… e sono i Testimoni di Geova o uno che ti vuole vendere saponi e mollette.

 

10 – Quando sembra che devi cagare un bue. Spingi come un forsennato ma si blocca tutto dopo un centimetro e tu ti sforzi e ti fai scoppiare le vene in fronte per farlo uscire tutto. Spingi, spingi… e “plink”… era lungo due centimetri.

 

11 – Quando caghi in questi water moderni, con il buco sotto grande come una piscina, che appena lo stronzo finisce in acqua piroettando… splash, ti arrivano un centinaio di schizzi di quella merdosa acqua sulle chiappe. E per giunta devi ancora fare la giunta e devi passare un altro paio di minuti con questa sensazione orribile di acqua giallognola che ti scivola sulla pelle.

 

12 – Quando caghi e il tuo buco del culo inspiegabilmente si ritrae, tagliando in due uno stronzo, e l’altra sua meta’ non scendera’ mai piu’. Dovrai consumarla a colpi di carta igienica come al punto sei.

 

Chiedo venia per sto post di merda che avete letto e come disse la Marchesa alzandosi dal cesso… anche questa e’ fatta.

Di Eta’.

 Immagine
Sospira un venticello gelido. Sono arrivati i giorni della merla o e’ gnegne il vicino che si alza di notte ad aprire il box sottocasa? Chissa’. Meglio mettersi avanti col lavoro dai. Coraggio fratelli e diamoci da fare e cerchiamo di recuperare la linea persa durante le festivita’ scorse e’ passato ormai un dodicesimo dell’anno e necessita uscire dal letargo, e anche voi donnine.. forza che e’ l’ora sgranchirsi le membra. Insomma, recuperare un minimo di fisichino du rol e farla in barba a tutte ‘ste letterine, schedine, veline, strisciatine che proliferano piu’ degli champignon. Quelle li crescono di notte. Come i funghetti bianchi nelle piante d’appartamento. Ti svegli la mattina e trach, ne cucchi due nuove. Quindi ale’ oh oh. Siete grasse? Slandre? Fate schifo perche’ siete simili caciocavallo che porta Gianni dalla terra dei fuochi? Avete la stessa forma di una pastiglia Valda del Bisciardi? Strette in punta e larghe in basso? E anche il colore e’ piu’ o meno uguale? Siete mollicce? Gelatinose? Sbudinate? Avete la cellulite a buccia d’arancia come i muri della tavernetta del Dr.Gally oppure possedete la carnagione olivastra e durante l’inverno avete preso la forma di un tubo spesso di carne marrone e da lontano vi scambiano per il kebab appeso nel negozio di Mohammed di portapila? Insomma. Dire che siete indesiderabili e’ farvi ancora un complimento? Niente paura a tutto vi e’ rimedio fuorche’ all’Icu. Leggete attentamente i consigli sulle riviste femminili e vedrete che in un abracadabra tornerete in forma come la Belen. Cominciamo dalle aste…Prima cosa dovete stare attente alla colazione. Via il latte con briochina e cornetto, via il caffe’. Solo un bel bicchierone di acqua tiepida presa nel chiosco del mercato e occhio… non quella gasata da 5 cents ogni litro e demie ma quella liscia che e’ pure a gratisse oppure quella della fontana ad orologio davanti al Munipicio. Vi viene da vomitare? Molto bene. Di prima mattina e’ quello che ci vuole..L’acqua la mattina idrata… Ma dai? Ma pensa. ‘Sti giornali ne sanno sempre una piu’ di Bonolis. Scaricate quel rimorchio di tossine e gonfiatevi come borracce. Vedrete che la trippa ostinata si sciogliera’ come neve al sole…Ma se volete proprio raggiungere il culmine della colazione benefica aggiungete alla vostra acqua un po’ di aceto di mele… Ma certo. Magari mettetevi anche in croce e fatevelo portare dentro ad una spugna possibilmente dal centurione romano di turno. Ma pensa un po’. Secondo ste riviste uno con un bicchiere di acqua tiepida e aceto dovrebbe cominciare bene la giornata. Di slancio. Ma dove minchia vivono? Nella Valdunduna? Io con un bicchiere di acqua in corpo ammesso di riuscire a bere una cosa che non sia grappa con genziana non arrivo vivo nemmeno al locale caldaia del teleriscaldamento. Vado giu’ come un pinolo, anzi come un pirla. Io la mattina devo mangiare il mio bravo caffelatte’ con dentro 4 cucchiai di crusca, ma non quella da fighetti, quella proprio da dare ai pigs, altrimenti non reggo fino al pranzo fatto con mela tagliata a petit morceaux e  yogurt corretto muesli…Proseguendo coi consigli leggasi che volendo dentro l’acqua tiepida ci potrete aggiungere altre cose che rendono molto, molto fighe. La betulla per esempio in quanto acqua e betulla fanno benissimo. Sti catz..non e’ specificato se foglie o direttamente segatura di tronco ricavata dal pellet…. Oppure acqua e gambi di ciliegia… Un toccasana. Un bel boccale di acqua e piccioli e vedrete che corpicino. Ma n’do cazzo li trovo sti gambi di ciliegia a fine gennaio? E’ una missione ai confini della realta’ e’ un particolare che pare sia sfuggito a ste riviste. Bon..Deciso dai oggi e’ domenica contravvengo ai giorni prefissati e butto ste riviste nella differenziata …e adesso prima della benedizione di Francesco, controllo che ci sta’ per pranzo oggi… mmm odori di ricchi, vedo costruzioni con porcini, pasta di grano duro, polenta, voulavent con fonduta e gamberi.. il resto sara’ nel frigo, voi fate pure sta dieta e alla mia ci penso io..devo solo ricordarmi di mettere al fresco il moesceantonio e con la gabbietta faro’ altre seggiole per la gioia di Lella.

1

Call Centerompicatz.

Inca..Well. Io son negato come cucinatore nel senso di arte culo in aria, l’ultima volta che ho fatto una frittata hanno chiamato i pompieri per il fumo che usciva dal cucinino e pensare che avevo fatto tutto per bene, rompendo le uova, togliendole dal guscio prima di sbattacchiarle nei residui di formaggi  e tutti quei vasetti strani tipo uova di lompo, pate’ di olive zenese e il cren che stavano in frigo, per poi versarli in padella  ovviamente senza mettere burro o cose del genere.. senza contare poi  il caffe’ che non usciva mai, ho maledetto le guarnizioni e poi il dubbio mi ha assalito e la prossima volta mettero’ pure l’acqua nella caffettiera. Adesso metto sul gas il pentolino e mi preparo una bella camomilla, quella la so’ fare. Magari doppia, in tazza grande. Ci butto dentro tre filtrini, metti che mi parta lo squinterno. La causa di questo si appella call center. Questa bellissima invenzione per evitare di far spendere inutilmente soldi allo stato e incrementare il lavoro precario. Un numero verde, come la bile che ti fa travasare, un 800 e diosacosa, dove una voce preregistrata ti gnaula la strada per sbrogliare le tue rogne in un battifumine. Peccato che sia una bufala. Ma diciamolo una volta per tutte. Il call center non ti facilita un cazzo le cose. Te le complica. A meno che tu non voglia attivare un servizio, allora in quel caso la pratica ti scivola via come il burro dell’ultimo tango. Se invece vuoi lamentare un disservizio, segnalare un impiccio, reclamare un difetto, allora si scatena la iattura…Se vuole questo digiti uno, se vuole quell’altro digiti due, se insiste ancora digiti tre e se proprio si e’ messo nel melone di spaccare i marroni digiti quattro… e avanti cosi’ fino al dieci che alla fine ti succede come al ristorante quando il cameriere ti elenca il menu’, arriva all’ultimo dessert e tu non ti ricordi piu’ che minchia ci sta di primo. E schiacci uno, e poi premi cinque, e dopo clicki quattro e poi pigi sei e poi ti viene da starnutire, perdi il filo, e devi ricominciare tutto da capo. Ma mondasprigno. Vien proprio da dire.. Date numeri? Se volessi giocare a bingo, andrei nella megasala di Via Lanzo o testine di vitello. Il mio ultimo match l’ho combattuto con l’EnelEnergia mercato privato 800.900.860 per via dell’archivio online che funge una sega, e’ sempre in lavorazione. Mi sono rimaste le vene del collo spesse come cavi della batteria. E quando ti risponde l’operatrice? Tra l’altro dopo ore di sadica attesa ascoltando Vivaldi, scelta musicale quanto mai azzeccata visto che quattro stagioni sono giusto il tempo che aspetti prima che qualcuno ti dia retta…Sono Jessica in che cosa le posso esser utile, mi dica… Jessica potrebbe farmi un..ehmm, mi stia a sentire e cerchiamo una soluzione a…. Tu illustri il tuo calvaristerio, ma ti accorgi che dall’altra parte del filo che vorresti usare per strangolarla, la Jessica non ne capisce mezza. Per lei stai farneticando in aramaico dopo aver fatto il pieno di grappa con genziana. Povera Jessica con la gei. Non ha esperienza, guadagna una miseria, e poi tutti i suoi neuroni sono occupati a decidere se comprare su Zalando le scarpe tacco 15 senza voce. Ti lascia con calma finire la saliva e poi slingua in accento oltreadriaticale …Aspetti un attimo che la metto in linea con un mio collega che e’ un sapone (nel senso che sa molto piu’ di essa)… Passa ancora una stagione, si fa’ primavera, nell’attesa tu vai in andropausa, ed ecco che track, cade la linea. Merdmerdmerd e poi ancora merd. Perche’ lo so che questa e’ una strategia precisa. Voi callcenteriste ci fate sbattere a raffica contro un muro di gomma, rimbalzare e ricadere a salto triplo con testicolame avvitato, fino che perdiamo i sensi e cediamo. Pagando ovviamente. Cari ( non in senso lato ) provider, a questo punto fate cosi’ . Risparmiate anche i soldi di sti call center. Diteci che dobbiamo pagare sempre e l’ufficio reclami non esiste piu’. Almeno e’ piu’ serio. Almeno e’ piu’ leale e a questo punto faccio come diceva il nonno..se te lo mettono nel gnau non ti muovere, se vogliono godere che si muovano loro..oppure come diceva il Dario..io pago e se non mi danno il servizio..si arrangino.

La matematica non e’ un pignone.

 Immagine

Questa e’ la storia di tre dipendenti della Vigel che al mezzogiorno decidono di andare a fare un lunch nella trattoria di Borgaro Vecchia quella davanti al bookmaker. Finito il caricabetterie chiedono il conto..30 euro. Ognuno di loro come d’usanza paga alla romana 10 euro. Il gestore del ristorante chiede se son stati soddisfatti e loro per risposta dicono che il conto era troppo salato per un lunch del mezzogiorno e quindi il gestore dice al cameriere di restituire 5 euro. Il cameriere che e’ uno dritto fatto a rampino pensa che il 5 non e’ divisibile per tre per la legge che i centesimi ormai non valgono piu’ una mazza e quindi restituisce 1 euro a testa e 2 se li tiene per lui come mancia. Qui arriva il bello perche’ ciascuno in pratica ha speso 9 euro ergo 9 per 3 uguale a 27 piu’ due che il cameriere si e’ insaccocciato fa 29. Per andare a 30 ne manca uno. Dove atz sara’ finito?

 Immagine

Tasse.

 Fratelli d’Italia l’Italia s’e’ desta..una  mano sul cuore e l’altra sullo sguarnito portafoglio e non dico portamonete ma portafoglio con indicato una serie di tasse assurde facenti parte delle 110 atte a farci rimembrare che i tempi cambiano ma le tasse restano e per farsene un’idea oggi posto le tasse (solo una parte delle 110 ovviamente) considerate pressoche’ assurde pure dalla Conferesercenti..

Parto prendendo spunto da un fatto capitato ad un Piadinaro alias venditore di Piadine che aveva messo a disposizione dei clienti in attesa della fumante piadina degli Ipad caricati con  giochini.  Questo gestore di “Gina la Piadina” per evitare sanzioni aveva preventivamente inchiodato i Browser  inibendo cosi’ l’ingresso ad Internet per non incorrere nel Decreto Balduzzi . Per chi non lo conoscesse  e’ il divieto presso qualsiasi esercizio commerciale di apparecchiature che attraverso la connessione telematica consentano ai clienti di giocare sulle piattaforme di gioco offerte dai concessionari on line, da soggetti autorizzati all’esercizio dei giochi a distanza, ovvero da soggetti privi di qualsiasi titolo concessorio o autorizzatorio rilasciato dalle autorita’, facendo salve le sanzioni previste nei confronti di chiunque eserciti illecitamente attività di offerta giochi con vincite. Lo zelante Ginapiadinaro si e’ cuccato dalla gidieffe una multazza di 5.300 eurini  piu’ il sequestro di tutti gli iPad. Per i finanzieri, i tablet erano sprovvisti dell’autorizzazione per l’utilizzo in un locale pubblico e della targhetta identificativa.Bleeeh..

Voi riderete ma lo sapete che se esporrete il tricolore dopo la partita finale Italia/Restodelmondo  senza pagare la relativa tassa vi cuccherete una mancia nondaridere? Vabbuo’ vado con il Vademecul che potrebbe esserVi o esserCi utile in tema di castigate:

Immagine

Tassa sulla Bandiera Nazionale


Per esporla occorre pagare una “tassa sulla pubblicità”. Come dare torto ai leghisti che la vogliono cambiare W la Padania.

Immagine

La tassa sulla dispersione delle ceneri

Per disperdere le ceneri del Caro Estinto scatta un’imposta di bollo sulla domanda di affido personale delle ceneri e sul relativo provvedimento di autorizzazione e non e’ finita perche’ ci sta pure l’imposta di bollo sia sulla domanda di dispersione delle ceneri che sul relativo provvedimento di autorizzazione.

Immagine

Tassa sui lumini

Ebbene si il De Cuius va onorato, ergo per accendere un lumino alla memoria necessita pagare dazio alimentando il business dell’elettroilluminazione votiva. L’illuminazione di un lumino acceso alla memoria ad onor del vero, ha un costo abbastanza basso, essendo una lampadina a bassa tensione, ma c’e’.

Immagine

La Tassa sull’ombra.

Questa la conoscono bene i vari Bar o Negozi che hanno la tenda che sporge sulla strada, per motivi pratici o puramente estetici. Peccato che però, facendo ombra la tenda, di fatto il proprietario invade il suolo pubblico. Per cotanta invasione, gli spetterà quindi pagare un’imposta per occupazione di suolo pubblico, altrimenti chiamata “tassa sull’ombra”.

Immagine

La tassa sull’aria

Guardate la bolletta del gas e troverete l’imposta del, “gas di petrolio liquefatto anche miscelato ad aria” o sul metano “miscelato ad aria”. L’aria necessita alla miscela per facilitare la combustione sia del petrolio che del metano, traducendola in italiano.. ”si tassa pure l’aria” .

Immagine

Tassa sui lampioni e sui pali.

Tassare la luce e’ normale ma non e’ normale tassare i lampioni o Tosap ovvero la tassa che si applica a tutti i sostegni di lampade per l’illuminazione stradale o di linee elettriche, telefoniche o telegrafiche in legno o metallo.

Immagine

Tassa sui tombini

Pozzetti, botole, tombini, griglie hanno la loro imposta chiamata “canone non ricognitorio” e rientra nelle incombenze patrimoniali dei Comuni.

Immagine

Tassa sul Frigo

Gli esercizi commerciali che utilizzano macchine refrigeratrici hanno la loro brava tassazione per l’utilizzo delle stesse e devono avere la concessione governitava.

Immagine

La tassa sugli sposi.

Ci si domanda come mai non si sposa piu’.. semplice e’ per evitare che anche nel giorno del matrimonio, ci sia costretti di pagare tasse ma solo verso quegli enti locali che le prevedono come corrispettivo a prezzo unico per poter celebrare il matrimonio in Comune. Ovviamente questa gabella vale per i non residenti che, non volendosi sposare nella loro chiesa di paese, preferiscono ire in posti piu’ ameni ..

Immagine

Tassa sulle Fogne.

Qui io ho cappellato facendo ricorso alla tassa applicata nella zona dove ho la seconda casa al mare..leggendo la sentenza della Corte Costituzionale (335/8) che stabiliva l’illiceita’ a pretendere il pagamento di un servizio non erogato, su “fognature e depurazione”, con tanto di esposizione nell’Albo Pretoriale di obbligo alla societa’ che inviava il bollettame comprendente diritti di depurazione inesistenti… taaataaam eccoti il bravo decreto-legge del 2009 dove si e’ stabilito che le societa’ idriche possono inserire nella bolletta le note di pagamento relative a “fognature e depurazione”, anche se queste sono in fase “progettuale.. quindi non perdete tempo in ricorsi e come diceva nonno..schiena verso il muro e non raccattare nulla da terra…f.c.a.t

Immagine

Tassa sugli ascensori.

Te pareva.. licenza per l’impianto degli ascensori e dei montacarichi e la licenza di esercizio sono soggette alle tasse di concessione governativa.

Immagine

Tassa sui Funghi.

Andate per funghi? Bueno..oltre al taglio gomme ed al rischio di ire al centro antiveleni, pagatevi l’imposta di bollo sul permesso di raccolta.

Immagine

Tassa sulle Farine Animali.

Sulla Bolletta della luce esiste la “valorizzazione energetica” che altro non e’ che l’eliminazione delle 380.000 tonnellate di farine animali bruciate le altre tons non dichiarate son quelle che invece di esser bruciate finiscono nel mangime delle bestie ovvero nel nostro mangime..io che mangio carboidrati sono un vegano fasullo insomma.

Immagine

Tassa sulle suppliche.

Se se..supplicate si ma pagando tassa per il semplice motivo che sono infatti soggette a tassazione le istanze, petizioni, ricorsi, e relative memorie diretti agli uffici dell’amministrazione dello Stato, al fine di ottenere l’emanazione di un provvedimento.

Immagine

Tassa sulle Gru.

Si costruisce poco ultimamente ma le poche gru adoperate nei cantieri edili, pagano una imposta comunale, sulla pubblicita’ al marchio che garantisce il diritto di distinguere il prodotto, secondo l’articolo 2569 del codice civile.

Immagine

Tassa ai Camionisti.

Dovute a licenze, concessioni ed autorizzazioni per l’autotrasporto merci di cui si pagano le relative tasse di concessione.

Immagine

Tassa sugli sfratti.

Per la serie “Siamo dei bastardi” e avete dato al vostro inquilino moroso che non vi puo’ pagare in quanto esodato e l’ha esopreso dove il sole solitamente non batte, dovrete pagare per il processo esecutiv immobiliare un contributo di 242 euro mentre gli altri processi pagano solo la meta’ e nel caso di valori sotto i 2.500 euro vi va’ di culo perche’ sgancerete solo 37 euro e una pallottola nelle gambe o la macchina bruciata.

Immagine

Tassa sulle Invenzioni.

Non avete lavoro e cercate di inventare qualcosa per passare il tempo? Dovete sapere che ogni brevetto industriale  e’ ovviamente soggetto alla tassa di domanda, alla tassa annuale per il mantenimento del brevetto e alla tassa per la pubblicazione e stampa della descrizione e dei disegni allegati, quindi non complicatevi la vita, con Leonardo abbiamo chiuso con le invenzioni.

Immagine

Tassa sulle Centrali Nucleari.

Fate parte dei Verdi e avete firmato petizioni contro le Centrali Nucleari? Lo stato ovvero noi che formiamo lo stato se ne fotte e quindi pagherete o pagheremo ai Comuni che ospitano queste centrali il pret sulla bolletta elettrica.. e’ pocoma 1 euro ogni 5.000 Kwh vi e ci sta sulle palle.

Immagine

Tassa sulla Giustizia.

O sull’ingiustizia qualdirsivoglia ed ecco quanto si paga dal gennaio 2013 per fare ricorso ai tribunali:
37 euro per i processi di valore fino ad euro 1.100 euro 85 euro per i processi tra 1.100 e 5.200 euro; 206 per i processi tra 5.200 e 26.000 euro; 450 per i processi tra 26.000 e 52.000 euro; 660 per i processi tra 52.000 e 260.000 euro; 1.056 euro per processi tra 260.000 e 520.000 euro; 1.466 euro per processi di valore superiore ad euro 520.000;per quelli di valore indeterminabile dai 206 ai 1.466 ed occhio che queste cifre sono soggette a variazioni che ovviamente sono perso l’alto.

Immagine

Imposta sui Tubi.

O imposte del tubo fa istess. Questa imposta ambientale e’ stata introdotta nel 2006. Racchiusa nell’imposta occupazione suolo pubblico, colpisce anche condutture sotterranee per la distribuzione di acqua potabile, gas, energia elettrica, linee telefoniche sotterranee, camerette di ispezione, intercapedini, manufatti e simili, contenitori sotterranei di cavi, condutture e linee elettriche e telefoniche e tane per zoccole di contrabbando.

Immagine

Tassa sulla Voce.

La tassa sui telefonini cellulari ammonta per i contratti ad uso privato a 5,16 euro, mentre per i contratti ad uso affari l’importo è di 12,91 euro. Fanno eccezione ovviamente le amministrazioni statali. Sono esentati pure i finanzieri ed agenzie fiscali e tutte le vulvivendole stradali e anche  gli scafisti trasportatori di migranti in cerca del Bengodi.

Immagine

Tassa sulle insegne dei negozi.

Occhio che se l’insegna supera i 5 metri di superficie bisogna pagare dazio. Pero’ ci sta un pero’ perche’ la legge deve essere uguali per tutti, grandi e piccoli e ci pensera’ l’ICU o IMI secondaria alla castigazione di tutti quanti nel 2014.

Immagine

Doppia tassazione della musica nei bar.

In un bar o in un ristorante che si rispetti ed anche nel salone di barbieri o tappezzieri, l’accompagnamento musicale non deve mai mancare, ma per corrispondere musica deve corrispondere i diritti non solo alla Siae ma al Consorzio Fonografici, essendo in presenza di una forma di pubblica diffusione di registrazioni musica e questa legge l’ha fatta il Duce.

Immagine

Tassa sulle paludi.

Questa tassa sulle paludi nata nel 1904 prevedeva il pagamento di un contributo per la bonifica di quelle che diventavano terre coltivabili. Dopo la stagione delle bonifiche, arrivo quella dell’abbandono delle terre e dell’occupazione edile. Ma il contributo di bonifica non e’ mai venuto meno, ecco perche’ molti italiani hanno deciso di risolvere il problema in tribunale. Ci sono due sentenze della Corte di Cassazione (n. 8957/96 e 8960/96) che stabiliscono che la tassa si paga se le opere di bonifica abbiano determinato un effettivo incremento di valore dell’immobile. Per ogni contestazione, a decidere e’ il Consorzio di bonifica e quindi noi del Condominio Italia ricorreremo per evitare di pagare la palude sul tetto dei sottostanti box anche perche’ e’ il comune ad aver rifiutato un bel cemento verde al posto dell’erba nursery di zanzare.

Immagine

Tassa sui Tralicci.

Ai Comuni spetta anche la tassa che colpisce i tralicci da elettrodotto, un canone concessorio che fa il paio con la TOSAP o tassa da nome diverso che sara’ battezzata dal riformatorio del Palazzo.

Immagine

Tassa sui Gradini.

Se avete i gradini di ingresso che danno sulla via pubblica dovrete concorrere al servizio di pulizie strade.

Immagine

Accise sulla benzina.

Resistono da oltre settantanni e sono oltre la meta’ del costo carburante ed e’ meglio non commentare per amor di patria ed espatriare ,a attenzione cari emigranti perche’

Immagine

La Tassa sull’Emigrante.

il fisco vi inseguira’ anche all’estero, con le imposte ad hoc analoghe a quella gabella emigrationis che corrispondeva alla tassa del migrante per il capitale che porterete con voi e quindi cercate di scegliere un paese che abbia tratta contro la doppia imposizione.

Ricordatevi solo di pagare le tasse con un sorriso.. io ci ho provato ma hanno voluto contanti.. sti catz

Alf layla wa-layla

 La giornata piovosa e’ adatta alla lettura di un buon libercolo davanti ad un freddo ed impersonale termosifone teleriscaldato coaudiuvato da altro impersonale termoconvettore di apporto sostitutivi del caro vecchio camino con ceppo scoppiettante.
Solitamente una volta letto un libro lo si passa a qualche parente dopo che ha stazionato qualche tempo nella libreria oppure lo si passa alla biblioteca o al mercatino del villaggio in quanto e’ un delitto veicolarlo nella differenziata, solo per il pensiero che hanno dovuto disboscare per produrlo ma.. pero’ ce ne sono alcuni che si fanno rileggere facendoci scoprire ogni volta particolari che ci erano sfuggiti e stavolta lo avrete capito dal titolo del post trattasi di un classico di diversi autori che hanno suscitato interesse ai vari Shakespeare, Pirandello, Boccaccio e che dire ai piu’ recenti del tipo Pasolini o Dario il tappezziere quello vicino al Barbiere di Borgaro quindi detto libercolo non e’ il “finche’ le stelle stanno in cielo” e le supposte stanno in.. della Harmel ..ma bensi’  Le mille e una notte..raccolta fiabesca diversamente Europea..
Image
Ho interrotto il post per la lettura e ora lo riprendo con l’intento di  mandare una virtuale lettera a Shahrazad la figlia del gran Visir che si era offerta in sposa al Re Persiano consapevole del rischio che avrebbe corso dopo la tampumata in quanto detto Re causa cornutaggio da parte di una delle mogli era diventato un serial killer post vulvavendolata…
Dear Shahra,

 

                    scriverti e’ un atto di pura follia perche’ sei un personaggio di una favola. E’ come se postassi a Cappuccetto Rosso o a Biancaneve, quella sotto i nani. Inizio o continuazione di demenza senile? Puo’ essere, ma non riesco a togliermi dalle meningi l’idea che tu sia realmente esistita. Chissa’ dove e quando, ma la tua vicenda e’ talmente fantastica che non potrebbessere che reale. Quale uomo o donna , di quel lontanissimo passato avrebbero potuto concepire un personaggio come te? (spero di non esser lapidato se ti do’ del te..o quantomeno solo fustigato in ginocchio sulle noccioline della nutella rigorosamente spaccate a punta)..

 

Sta scritto che sei l’eroina del racconto che fu cornice a tutte le storie delle Mille e una notte appunto alf layla wa-layla la piu’ famosa raccolta di novelle arabe. Queste novelle 2000 che sono arrivate in Europa by Boccaccio o anche col compianto Pasolini ne ha tradotte in film semiseri come sto post. Io penso che la gente normale conosca il titolo della raccolta ma ben poco delle novelle e cerco di stendere la tua storia alla mia maniera, partendo dai due Re fratelli di cui evito di scrivere i nomi per non tornare sui motori.. sti fratelli erano proprio dei cornuti e una volta venuti a conoscenza delle scopagioni delle mogli.. dato che non c’era Facebucke si sono messi in viaggio per vedere se nel mondo ci stavano altri cornuti scoprendo che una miriade di mascoli erano nelle loro stesse condizioni con tanto di quelle antenne ramificate da far invidia all’alce di Salaparuta e tali da oscurare il digitale terrestre..ergo divennero froci anzi per usare il termine appopriato.. dei misogini dal greco miseo e dal significato di odio imperituro verso le donne.. insomma calli sulle mani e via andare. Adesso cerco il nome dei due pugnaioli..Mohammet InduKul (scherzo ovviamente)trattasi di  Re Shahriyar e Re Shahzaman e per fortuna mia non sono nato in Arabia altrimenti sarei nato muto. Donc.. Re Riyar (tralascio lo Shah che e’ per tutti e due e passo a verbalizzare al presente che mi viene meglio) obbliga ogni giorno una sbarbata del suo reame alla scopata con lui e sistematicamente il mattino dopo la mata.. mmm nutro qualche dubbio sul misogino, sulla tenuta e sulla costanza di tutte le sere, la prendo per buona e non so’ quante ragazze ci fossero nel reame suo ma le ha fatte secche tutte o quasi.. il Visir incaricato nella ricerca era rimasto in riserva ed eri rimasta solo tu che ne eri la figlia cara e bellissima Shahrazad. Scusa se passo con verbi dal passato al presente ma tu sei araba e quindi capirai no?
Image

Tu decidi di intrattenerlo raccontandogli novelle in quanto era gia’ spompato dalle precedenti tumpanate, ma tu sai sospendere la narrazione in un punto talmente interessante da indurre sto pirla di Re a concederti un’altra notte per conoscere il seguito della novella.. ora io non so se sto pugnaiolo era talmente in riserva da anteporre la novella ad una sbattuta con te che sei o eri una bella f..anciulla ma lo prendo appunto per buono.. Ma la storia non finisce perche’ ogni volta inserisci nel racconto principale una nuova vicenda altrettanto coinvolgente ..e cosi’ continui per mille e una notte (un poco come Sentieri o il Tenente Colombo)..sino a quando presenti al Re i tre figli che nel frattempo sono nati grazie alle sue battute di caccia.. ora mi domando ma tu tapumavi solo con lui o qualche eunuco ogni tanto sforava? Vabbuo’  sta presentazione figliastroica fa rinsavire il Re con non misoginando piu’ ti cucca come sposa. Eroina femminesca non puoi essere che un personaggio inventato degna del Got Talent. Ovviamente in un tempo in cui i rapporti umani erano estremamente codificati e ognuno aveva il suo ruolo al di la’ del quale non poteva esistere se non trasformando la realta’ in immaginazione o viceserva. Hai creato per il tuo Re mille mondi ma tutti illuminati dalla saggezza e dall’amore. Come dimenticare Aladino l’elettricista con la sua lampada magica,

 Image

 

 O le mille avventure di Sinbab il mozzo
 Image

 

 

E che dire dei personaggi come Ali’ Baba’ e i quaranta ladroni..
Image
 anzi a proposito di quest’ultima storia e’ per noi moderni di un’attualita’ sconcertante e..magari fossero solo quaranta.. pero’ l’hai messa bene quando Ali’ scopre per caso il segreto per entrare nella caverna dove sti ladroni hanno nascosto i tesori accumulati in anni di politica opps..di scorrerie. Sto Ali’ ne approfitta ma con parsimonia datosi che rubare al ladri non era considerato colpa mentre suo fratello per l’ingordigia di possedere tutto, dimentica la formula magica Apriti Sesamo (sto pirla continuava a ripetere apriti palazzo madama, apriti montecitorio) e vi resta chavato all’interno e ci lascia le penne..stringo sulla fine e cosi’ Alì aiutato dalla schiavona riesce a fare secco tutti i banchieri ladroni ed impossessarsi del malloppo. Se pensi che la grande finanza del nostro tempo (tesoro di grandi banchieri ladroni) in mano a novelli fratelli di Ali’ , ingordi e incapaci di comprendere il valore reale delle cose, sta uccidendo l’economia del pianeta. Ci sara’ un Ali’Baba’ al rum che non dimentichera’ il significato di “Apriti o Sesamo” . Non basta accumulare un tesoro..occorre gestirlo, spartirlo con quelli come me dimodoche’ si possa creare ricchezza nuova, non solo dividerlo tra i vari fratelli di Ali’ piu’ o meno rimba che credendo di custodirlo meglio, danno valore solo a poche attivita’ (edilizia o gestione rifiuti tossici per es) creando mostri che speculano sui sogni onesti degli uomini (possedere una casa per poter pagare Icu miniImu tares tarsu e patrimoniali varie) fingendo di realizzarli imprigionano i malcapitati sognatori con tassi da strozzinaggio per poi mettere all’asta quello che i poveretti stavano realizzando causa mancanza dell’elemosina del lavoro perso. I vari fratelli di Ali’ periranno sotto i cumuli dei mattoni confiscati, ma Ali’ Baba’ sapra’ capire che il Sesamo della formula magica e’ la mente dell’uomo? Nel nostro tempo e’ pericolosamente prigioniera di meccanismi subdoli e astrusi che potrebbero annientarla. Scusa se ho divagato ma Tu sei realmente esistita, Shaharazad, ma sei apparsa talmente incredibile che ti hanno imprigionata nella leggenda. Solo le donne libere e incantate dalla possibilita’ della mente umana possono riconoscere nella tua storia la verita’ di un’esistenza perfetta, la verita’ incredibile del potere dell’immaginazione. E ovunque tu sia, nell’Eden, negli Evirati Arabi o non so dove ..cerca di startene Allah.
 Image

Tutto e’ relativo.

Image

Cara mamma e Caro papa’,
                                    sono ormai tre mesi che sono ritornata all’universita’ e non ho ancora trovato il tempo per scrivervi. Chiedo scusa per avervi trascurato ma ora ho deciso e vi voglio raccontare tutto. Prima di leggere, pero’, sedetevi.. mi raccomando non continuate a leggere prima di esservi messi seduti, d’accordo? Donc..Ora sto’ abbastanza bene. La frattura ed il trauma cranico che mi sono provocata saltando dalla finestra del dormitorio in fiamme, poco dopo il mio arrivo, sono ormai quasi guariti. Sono restata all’ospedale solo due settimane e la vista mi e’ ritornata quasi normale.(pazienza per gli incisivi rotti ma ho un amico odontotecnico e per l’esattezza quello con cui ho convissuto che mi fara’ la protesi gratuitamente). Anche le forti emicranie che mi colpivano in continuazione non le ho piu’ che una volta alla settimana. Fortunatamente il garzone del benzinaio che e’ in fondo alla strada aveva visto tutto. E’ lui che ha avvisato i pompieri e chiamato l’ambulanza. E’ anche venuto spesso a trovarmi all’ospedale e, poiche’ dopo l’incendio non sapevo dove alloggiare, e’ stato cosi’ gentile da propormi di andare ad abitare da lui. In realta’ non e’ che una cameretta in un sottoscala ma e’ piuttosto carina. Lui e’ un ragazzo formidabile e ci siamo subito innamorati. Abbiamo deciso di sposarci.. non abbiamo ancora fissato la data ma lo faremo di sicuro prima che il mio pancione cominci a vedersi. E si’, cari futuri nonni, sono incinta e non intendo abortire come le scorse volte. Io so’ bene a qual punto voi eravate ansiosi di diventare nonni e sono sicura che accoglierete questo bambino con tutto l’amore e la tenerezza che mi avete riservato quando ero piccola. La sola cosa che ritarda la nostra unione e’ la piccola infezione che ha il mio fidanzato e che ci impedisce di effettuare le analisi prematrimoniali. Anche io, scioccamente, mi sono fatta contagiare ma tranquilli che tutto si risolvera’ presto con le iniezioni di penicillina che faccio ogni giorno ( queste iniezioni stanno recando dei fastidi di rigetto alle protesi pettorali e spero siano momentanee). So’ bene che accoglierete questo ragazzo a braccia aperte nella nostra famiglia. E’ una persona molto gentile e, sebbene non abbia fatto molti studi, e’ molto ambizioso. Anche se non e’ della nostra stessa razza e religione, conoscendo la vostra apertura mentale sono certa che non darete alcuna importanza al fatto che la sua pelle sia un po’ piu’ scura della nostra. Sono sicura che lo amerete come io lo amo. Anche i suoi genitori sono della gente per bene.. sembra che suo padre sia un famoso mercenario nel villaggio africano dove e’ nato. Bene, ora che avete letto tutto, dovete sapere che non c’e’ stato alcun incendio al dormitorio, non ho avuto ne’ frattura cranica ne’ commozione cerebrale ne’ tette rifatte, non sono andata all’ospedale, non sono incinta, non ho mai abortito e non sono fidanzata, non ho la sifilide e non ci sono uomini dalla pelle scura nella mia vita. E’ solo che sono stata bocciata in storia e filosofia e in questa occasione mi e’ sembrato opportuno aiutarvi a riflettere sulla relativita’ delle cose. (ora riprendete fiato e potete alzarvi)..