Acconsentire scarico iClod?

itunes

Una domanda che spesso mi fanno e’ quella relativa all’oggetto del post.

Facendola sul motore di ricerca non si trovano risposte che ti fanno accettare la proposta che in automatico appare all’avvio del computer che ti chiede l’assenso allo scarico del nuovo dispositivo della apple con dimensioni di 122,77 MB ed anche all’aggiornamento ti iTune che avete gia’ nel vostro sistema da 180,34 MB e non ultimo all’aggiornamento Apple Software Update da 2,30MB.

Tralasciando le ultime due opzioni (significa che le state usando e quindi non cambiera’ il vostro modo di agire col pc ed e’ logico fate update)focalizziamoci sulla prima che solitamente va biffata per poterla scaricare ed installare e vediamo qui sotto a che serve sto iCloud per Windows.

Una volta attivato voi potrete avere spazio remoto in Rete in cui potrete conservare dati personali, foto, rubriche, musica, filamati e il tutto e’ gratuito sino a 5 Giga ed e’ semisimile al Dropbox con la differenza che in quest’ultimo tutti possono entrare mentre con iCloud e’ difficile far accedere chi ha dispositivi Android o computer che non siano i nostri e noi potremo mettere tutti i dispositivi che abbiamo in casa ed aggiornarli in automatico contemporaneamente (faccio un es..se sto facendo un gioco, la progressione dello stesso la potremo fare da casa oppure con l’ipad datosi che lo stesso lo recuperioamo in rete) e se per caso s’incricca il pc non ci sara’ necessita’ di scaricare dati ogni tanto ma li recupereremo in linea inserendo i nostri dati o password di accesso.

Un neo e’ quello che se qualcuno conosce o trova i nostri dati di accesso ha liberta’ di scorazzare..ma questo vale per tutti i sistemi.

Altro vantaggio e’ quello di aggiornare tutti i nostri pc contemporaneamente e sempre in automatico e il che non e’ poco.

Non ultimo e’ il vantaggio di scoprire la posizione dei nostri dispositivi e in caso di furto lo potremo ritrovare immediatamente.

Per chi necessita spazio supplettivo oltre al gratuito se la cavera’ con 0,99 per 50Giga o se vuol esagerare 9,99€ per 1TB.

Quindi se la cosa vi gusta, quando apparira’ sta finestra all’avvio, date pure l’ok o se non vi apparira’ e lo volete inserire nel vostro sistema andate sul sito e seguite le istruzioni.

screenshot-82

Belen Nuda in Facebook.

Tanto per cambiare, sta circolando su Facebook il classico link che vi propone di vedere un video hot della belen nuda o qualche altro personaggio del genere..occhio che questi sextape sono virus belle e cattivi e anziche’ la belen vi cuccherete un buon malware.

Che dite? L’avete gia’ cuccato? Vi sta rendendo la vita impossibile per queste aperture continue di popup e pagine che vi invitano a giocare o vedere film porno?

Vabbuo’..dai che lo togliamo e da quanto ne so’ il browser piu’ colpito e’ una estensione di google chrome che poi infetta tutti gli altri browser tipo Explorer, Safari, Opera, Mozilla e diffonde poi un link ad un pdf con immagini di nudo tramite messaggi privati e post sui vari gruppi e ovviamente all’insaputa dell’utente.

Chi non l’ha ancora cuccato deve fare attenzione a questo link di invito che ti indirizza su una pagina fasulla di YouTube e che a sua volta, ti porta ad una finestra pop-up con l’invito ad installare un’estensione di Chrome per visualizzare il video.

Il browser di Google installata l’estensione, spedisce gli utenti alla pagina di login Facebook per una ri-autenticazione con l’obiettivo di rubare credenziali di accesso al social e poi usare l’account per infettare chi esiste in rubrica.

L’estensione di Chrome, tra l’altro e’ ben progettata perche’ e’ in grado di bloccare l’apertura e l’intervento dei principali antivirus installati sul computer.

E se questo ancora non bastasse, impedisce alle vittime di accedere alla pagina delle estensioni di Chrome in modo che sia impossibile disinstallarla.

Il virus che poi diffonde in Facebook il link varia di continuo l’esca, ossia, il nome della celebrita’ quindi non solo Belen ma tante altre.

I cyber castigatori sono riusciti, a caricare questa estensione sul Chrome Web Store.

Ad onor del falso, Google l’ha prontamente eliminata ma ormai la truffa gira nel web sinche’ morte non la separi.

Dicevo che esiste il metodo di toglierselo dalle palle e quindi bando alle ciance e via con la pulizia…

Ite in start\esegui e scrivete Regedit… all’apertura del sistema andate in modifica\trova e cercate questa stringa

HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\WOW6432Node\Google\Chrome\Extensions

Questo esempio riguarda la stringa presente nel registro su Windows 10, in altre versioni potrebbe essere:

HKEY_LOCAL_MACHINE\Software\Google\Chrome\Extension

Selezionatela e col destro del mouse, cancellatela con un click su Elimina dall’apposito menu.

screenshot-76

. L’unico problema e’ che non si conosce l’ID di questa estensione, quindi senza pieta’ cancellatele tutte e poi reinstallate.

Ora toglietevi dal regedit e fate il percorso seguente..

C:\Users\[nome utente]\AppData\Local\Google\Chrome\User Data\Default\Extensions

screenshot-77

Una volta individuato, selezionate tutte le sotto-cartelle di Extensions. Ripeto, ora dovete reinstallare in Chrome tutte le estensioni che vi servono (e solo quelle), ma almeno vi sarete tolti dal pallisterio sto castigatorio malware.

Controllo PC da remoto.

Alternativa al Team Viewer (Logmein e Ammyy)

Iperius Remote, il nuovo software di controllo remoto free della suite Iperius

Iperius Remote (download freeware) e’ un software di controllo remoto ideale per la teleassistenza a uno o piu’ computer in rete locale o su Internet, per lavorare da remoto, fornire supporto tecnico e anche per svolgere meeting ed effettuare presentazioni online.

Iperius Remote con la sua affidabilita’ e convenienza rappresenta un’ottima alternativa a Teamviewer, Logmein e Ammyy.

Iniziare ad utilizzarlo e’ semplicissimo, basta scaricare e lanciare un unico file eseguibile (portabile) per ricevere subito assistenza o accedere ad un computer ovunque esso si trovi..persino a Casalbordino lido.

Le prestazioni sono elevate, grazie all’uso efficiente della larghezza di banda garantendo velocita’ nella trasmissione dei dati e un’esperienza utente ottimizzata.

Iperius Remote consente di fornire supporto remoto a uno o piu’ utenti contemporaneamente (con finestre separate), arrivando a sostenere fino a 15 sessioni di controllo remoto simultanee e anche oltre, con licenze specifiche.

Iperius Remote e’ un software di controllo remoto PC tra i piu’ sicuri, infatti, oltre ad adottare un protocollo di comunicazione HTTPS (SSL), e’ in grado di collegarsi superando in modo trasparente le restrizioni dei firewall grazie a un sistema di criptazione interno di tipo AES, in questo modo ogni informazione scambiata con l’esterno non puo’ essere decifrata da eventuali castigatori ma solo dal reale destinatario.

Infine, sono molto importanti le funzioni a corredo di una sessione di desktop remoto, ovvero il trasferimento file in entrambe le direzioni e una chat per comunicare con i vari utenti connessi a una sessione remota.

Iperius Backup, un software per il backup e la protezione dei dati che suggerisco ai miei remotcontrollati che sino ad oggi ho assistito col Teamviewer e ripeto che non deve essere installato ma solo scaricato, vi elenco altre caratteristiche di Iperius Remote.. donc: il software portabile e quindi nessuna installazione ..poi

Nessuna configurazione firewall

Trasferimento file multiplo e veloce in entrambe le direzioni

Chat multiutente integrata

Compatibilità con ogni sistema operativo Windows (Windows XP, Vista, 7, 8, Windows 10, Server 2012, 2003, 2008, e Server 2016 / 32-64 bit). Gli operatori possono connettersi anche da MAC e Linux (usando WINE, o strumenti simili come PlayOnLinux o PlayOnMac)

Installabile come servizio di Windows

Connessioni multiple sullo stesso computer (utile per le presentazioni)

L’operatore può connettere simultaneamente più computer e vedere i desktop remoti su finestre separate

Criptazione integrata e HTTPS (SSL)

Possibilità di specificare una password per ogni client

Supporto multi-monitor e modalita’ fullscreen

Connessione attraverso la configurazione di un server Proxy

Possibilita’ di mostrare il desktop a utenti remoti senza permettere loro di avere il controllo del computer (utile per le presentazioni)

Lista di tutti i client online e connessi

Informazioni dettagliate sui computer remoti

Timer di connessione e registrazione della durata delle connessioni

Auto-aggiornamento all’ultima versione (anche per computer remoti)
Possibilita’ di personalizzazione e sviluppo funzionalita’ aggiuntive e mi pare che basti. Scaricate e mettetelo nell’angolino destro al resto ci penso me.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

TOR. Attenzione a chi usa la vers. 45 ESR di Mozilla.

tor
E’ stata scoperta la presenza di una grave vulnerabilita’ nel browser Mozilla Firefox che potrebbe consentire l’esecuzione di codice dannoso sul sistema degli utenti e “deanonimizzare” coloro che utilizzano la rete Tor.

Com’e’ noto, infatti, il pacchetto Tor Browser e’ basato proprio su Firefox e, in particolare, sulla versione 45 ESR del browser web di Mozilla: Navigazione anonima, ecco come fare.

Il codice malevolo appare molto simile a quello che fu utilizzato dai consulenti e dagli agenti dell’FBI, nel 2013, per risalire all’identita’ di alcuni criminali collegati alla rete Tor durante la visita di specifici siti web.

La falla appena scoperta – e rapidamente confermata da uno dei cofondatori del progetto Tor – sembra sfruttare un bug di tipo heap overflow. Il codice exploit mette in atto un attacco di tipo buffer overflow sul contenuto della memoria del sistema, nell’area dati heap.

Quest’ultima, a differenza dello stack, e’ la porzione di memoria allocata dinamicamente dalle applicazioni in esecuzione e tipicamente contiene dati dei programmi utente.Facendo leva su codice JavaScript, il codice malevolo – realizzato appositamente per le versioni di Firefox per sistemi Windows – riesce addirittura a porre in essere delle chiamate dirette verso la libreria kernel32.dll e a eseguire operazioni arbitrarie sulla macchina dell’utente-vittima.

L’attacco e’ astuto e ben congegnato tanto che funziona con tutte le più recenti versioni di Firefox: dalla release 41 fino alla 50 (Tor Browser usa, al momento, Firefox 45 ESR).

Mozilla ha fatto sapere di essere gia’ al lavoro per risolvere la pericolosa lacuna di sicurezza che non puo’ tuttavia essere sfruttata se JavaScript risulta disattivato (il pacchetto Tor Browser – grazie all’estensione NoScript direttamente supportata – consente di ridurre al minimo il caricamento di codice JavaScript).

Il perche’ del NO.

screenshot-56

Indipendentemente dalla ics fatta sul NO per la votazione forse non vi ricordate come sono fatto vero?
Bene allora ve lo ripeto il mio NO e ci sta’ pure una canzone di Shakira.
No se puede vivir con tanto veneno,
La esperanza che me dio tu amor
No me la dio mas nadie,
Te lo juro, no miento,
No se puede dedicar el alma
a acumular intentos
pesa mas la rabia que el cemento.
Io sono nato cosi’ con questa genetica predisposizione al NO.
Non so’ perche’ ma al consenso preferisco il dissenso.
Il NO mi piace. anche il gesto che lo accompagna.
Scuotere la testa di qua e di la’, soprattutto quando esco dall’acqua di Casalbrodetto col polipo attaccato al braccio, mi da’ tanta soddisfazione e mi fa’ godere australmente come un selvaggio.
E poi mi piace pronunciarlo, il NO. Perche’ li’ in mezzo, tra le pieghe di quella sillaba natale opps..era nasale, ci sta’ dentro un sacco di roba e ti riempie la bocca.
Il rifiuto per esempio.

Il nossignore.

Il levatelo dalla testa.

Che non e’ mica roba da buttare via perche’ il rifiuto e’ sempre differenziato.
C’e’ NO e NO, insomma.

E la maggior parte del NO e’ riciclabile.

Da una raccolta paziente di rifiuti possono nascere nuove cose.

Insoliti modi di pensare, per esempio.

Strade diverse da percorrere.

Persone nuove da conoscere, capire, amare.
Il NO e’ anche dissenso.

Pensiero difforme.

Che spesso si fa’ conflitto.

Ma anche dibattito costruttivo, almeno cosi’ la penso io e mi basta poi voi pensatela come volete.. chissenefutte, non mi scalfirete piu’ di tanto.
Mi fanno paura le coppie che non litigano mai.

Bisticciare, credetemi, e’ sano senza venire alle mani naturalmente, usando forse il coltello, ma NO..

Sono convinto che alzando la voce e caricando i toni si crei dell’energia propulsiva che fa’ andare avanti la coppia. e poi vuoi mettere il piacere di fare la pace?

Chi non litiga non sa’ cosa si perde.

C’e’ anche il NO purissimo della disobbedienza.

Quello bello dei bambini che dicono NO per puro spirito di contraddizione.

Poi ci sono i NO che ti vengono fuori perche’ sei incazzato…

Guarda, oggi ti dico di NO perche’ c’e’ vento e sono con le palle in giostra.

Ma se me lo chiedi domani puo’ essere che ti dica di si’. Soprattutto se c’e’ il sole….
E anche i NO della sincerita’. Quelli che si usano per dire le cose come stanno…Vengo anch’io?… NO tu NO. ..Vengo anch’io?.. NO tu NO… E perche’?.. Perche’ NO.

Perche’ mi stai sul culo, guarda, non ti reggo, preferisco dirti le cose come stanno invece di fingere benevolenza. Vacci con chi cazzo vuoi a vedere le bestie feroci. Non con me, io mi basto.
E’ che il NO da’ liberta’ e rifiuti le prediche.

renzi

Non si puo’ morire dentro, aspettare di diventare tutti verdi come Hulk fino a farsi scoppiare i bottoni della camicia.
Con il NO, poi, iniziano fatti importanti dopo le dimissioni.

Il NOnostante, per esempio che ti fa tirare avanti e chiudere un occhio.

Il NOumeno, che e’ l’essenza delle cose.

Il NOcciolato con l’olio di palma che leva le malinconie e fa crescere i brufoli e la pancia.

La NOvita’ che da’ gusto alla vita.

Il NO profit che da’ senza pretendere.

Il NOn ti scordar di me della nostalgia.

Il NOn essere dell’essere.

Finita cosi’ con un bel NO al sessanta per cento di maggioranza.

Punto. Stop e palla al centro.
Ora sapete che faccio? Do’ retta alla stirpe del mio cognome e mi autocombustioNO alla faccia del contabilizzatore termovalvoloso.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

9a

si vota NO?

no

Domenica 4 dicembre 2016 andremo a votare SI o NO per la riforma di circa 40 articoli componenti la Carta Costituzionale .

10 anni fa nel 2006 ci fu il Secondo Referendum Nazionale su iniziativa del centro-destra inerente ad una vasta modifica costituzionale e la maggioranza fu per il NO.(38,71% e 61,29%).

Il Primo fu nel 2001 per il Titolo V e la maggioranza fu per il SI al 64,2%.

Perche’ e per cosa voteremo?

Condivido con Giorgio La Malfa e Massimo Andolfi che:

La nostra Costituzione e’ fatta in due parti separate..

la Prima parte con valori da non toccare..

la Seconda parte riguarda la macchina dello stato che deve essere aggiornata secondo i i tempi in cui viviamo.

La Prima parte indicherebbe le destinazioni

la Seconda il veicolo che dovrebbe portare gli italiani verso di esse.

Le destinazioni sono la lotta di Liberazione da cui e’ nata la Costituzione e dovrebbe essere intoccabile, sul veicolo si potrebbe intervenire senza correre rischi.. ma qui e’ il dilemma e si rischia di sbagliare perche’ nulla sancisce la distinzione tra queste due parti.

Per 70 anni tre elementi hanno protetto la carta..

– L’equilibrio tra i poteri dello stato.

– L’utilizzo dell’art 138 per operare revisioni di singoli aspetti della costituzione non per una riforma di essa e cioe’ esercitando un potere costituito e non costituente che spetta al popolo.

– Il rigetto, infine, dell’idea che la maggioranza politica di turno (che e’ sempre una minoranza del paese) possa alterare la nostra democrazia.

Il voto che ci e’ richiesto contrasta con i criteri citati ed apre un gruppo di modifiche costituzionali destinato ad essere aperto per anni.

Chi ci garantisce l’intoccabilita’ della prima parte, una volta che cambieremo questi 40 articoli?

Vuol dire che se cambieremo questi 40 articoli la porta sara’ aperta e chi arrivera’ al governo potra’ fare tutto cio’ che vuole, alla faccia della Costituzione del 48.

Spero di non rivivere gli orrori del nazismo ed e’ per quello che votero’ NO.

23-febbraio-2016-675x506