Pistolotto di fine anno.

mosche.jpg



Fra poche ore il 2011 se ne andra’ lasciando posto al 2012 con tutte le sue incognite, dove ognuno scrivera’ un pezzo di se’. E’ inutile fare bilanci perche’ quando si fanno, i conti non tornano mai.. quello che comunque abbiamo fatto spesso non ci basta e l’avuto ci sembrera’ sempre troppo poco rispetto al dato. Ma se questo bilancio lo facessimo con il cuore, se ci guardassimo dentro e se guardassimo cio’ che ci circonda, l’avuto potrebbe trasformarsi in immenso e il dato apparire una nullita’. Mentre molti di noi brinderanno all’anno nuovo con il cuore colmo di gioia e di speranza, con nuovi progetti nel cassetto la penna pronta a scrivere il proprio poi… migliaia di vite si spegneranno, migliaia chiuderanno la loro storia senza avere piu’ nulla da scrivere… Molti ci lasceranno mentre le ore comporranno questo nuovo anno fra risate e calici pieni di spumante o champagne, c’e’ chi smettera’ di raccontare di se’… e… c’e’ chi iniziera’ a raccontare di se’. C’e’ chi vorrebbe potersene andare per smettere di soffrire, chi vorrebbe trattenersi ancora. Si’, nel mondo milioni smetteranno di scrivere e milioni si affacceranno a farlo. Questa e’ la vita…. Che possa quest’anno concludersi o il prossimo iniziare per tutti con la serenita’ nel cuore. Che il dolore del perduto possa dissolversi nel piu’ breve tempo possibile. Che la solitudine possa abbracciare nuovamente l’amore e per chi arriva e per chi resta possa essere un anno sereno colmo d’amore.BUON ANNO A chi e’ appena nato, a chi e’ a meta strada, a chi attende a chi non sa attendere a chi impaziente vive a chi vive sperando a chi non spera piu’ ai bambini, a chi bambino non e’ mai stato, agli anziani, a chi non ha avuto, a chi ha avuto molto, a chi troppe volte ha pianto a chi non sa piangere a chi troppo stanco sopravvive, a chi nella mia vita e’ passato anche per un solo attimo regalandomi un sorriso o una lacrima, a chi mi ha amato, a chi ho amato, a chi mi odia, a chi mi conosce, a chi non conosco… a chi semplicemente vive.. Auguro un anno fatto di sogni, desideri amori e fantasia un anno da Vivere serenamente con la visione del bicchiere meta’ pieno.(nel mio caso ..di grappa ..rigorosamente con genziana per la gioia del mio fegato..ammesso di averlo ancora, non potevo di certo chiudere il post nella maniera seria e spero..dico spero di continuare a vedere la vita cosi’ seguendo sempre i consigli del nonno che voi conoscete per la moltitudine di volte che ve l’ho esplicata quindi schiena al muro e non abbassatevi mai e se per caso ve lo.. finita con ve lo e di nuovo TANTI AUGURI.

Moor Tack.

morte.jpg
Due amici si incontrano in un bar.
Uno fa all’altro: “Ehi come stai tu? Ahhh lo sai che Mario e’ morto?”
“Azz.. Davvero? E com’e’ successo??”
“Allora…veniva a casa mia, e sai che abito in montagna no? Bene, sto pirla non ha frenato prima della curva, e’ uscito di strada e si e’ schiantato con la macchina contro la finestra della mia camera da letto!”
“Che modo orribile di morire!!”
“Naaa.. non e’ morto cosi’: era li ancora vivo sul pavimento della mia camera, tutto sanguinante coperto da schegge di vetro. Per tirarsi su, pero’, ha cercato di prendere la maniglia del mio guardaroba…ma l’armadio e’ crollato a terra su di lui, rompendogli le ossa!!”
“Azz…E’ terribile morire cosi’!!”
“Naaaa.. lui e’ riuscito a sopravvivere…si e’ liberato dall’armadio che aveva addosso ed e’ strisciato fino alla ringhiera delle scale…
Ma porca pott.. la ringhiera e’ ceduta ed e’ caduto giu’ dalla scale. Appena arrivato sul pianerottolo, uno dei paletti della ringhiera che volava per aria, e’ caduto conficcandosi proprio nella sua schiena!”
“Ma dai non e’ possibile… Che triste morte!”
“Ma nooo e’ sopravvissuto anche a quello… E’ entrato in cucina. Qui ha provato di nuovo ad alzarsi, aggrappandosi al forno, ma la pentola con l’acqua bollente gli si e’ rovesciata tutta addosso e gli ha ustionato tutta la pelle!”
“Minchiaaaaa ..che morte sfortunata!!”
“No, no, e’ sopravvissuto anche a quello, lui se ne stava per terra, coperto di acqua bollente con la pelle che gli si staccava, ha visto il telefono e si e’ mosso per raggiungerlo, pero’ per errore ha toccato la presa della corrente e, sai com’e acqua ed elettricità’ non vanno d’accordo si e’ beccato una sberla di corrente..
Ma daiii che morte orribile …
Ma no..lui e sopravvissuto anche a quello
Ma scusa..allora come e’ morto? Non ho capito..
– Gli ho sparato cazzo.. mi stava distruggendo tutta la casa!!

Spread a 510.

spread.jpg

Notizia grave per le risorse dello stato, molto gravida.. Si vocifera che con i nuovi progressi della scienza si possa vivere per una tuentina d’anni oltre al secolo. Niente ovviamente in confronto a Matusalemme che fu diversamente vivo a 969 anni oppure a Noe’ quello della MSC crociere animaliste che tiro’ i cordini ancora da sbarbato a 950.. pensate se ci stava un’inps allora, che razza di deficit. Adesso tutti parlano di eta’ biologica e di eta’ anagrafica. L’eta’ anagrafica si sa’, basta dare uno sguardo alla c’id. Ma come si fa’ a stabilire l’eta’ biologica? Se hai 80 anni, non e’ che ne dimostri 40. Ne dimostrerai al massimo 70. Azz. Capirai che differenza. Dieci anni in piu’ o dieci in meno, non sono niente di fronte all’eternita’. E’ come togliersi la cagata di un chihuahua dalla suola della scarpa prima di entrare nel recinto dei maiali di nonna papera. Come si fa’ a stabilire l’eta’ biologica? Mica tutti gli organi invecchiano allo stesso modo. Magari tu hai il fegato di un tredicenne ma l’intestino di Tirannosaurus rex. Il rene di un fenicio e il timpano di un poppante. Probabilmente per stabilire l’eta’ biologica si fa una media. Cioe’… hai 70 anni, e ne dimostri 50? Vuol dire che hai un cuore di uno di trent’anni, pero’ il culo di uno di 120. Che quando ti infili i pantaloni devi adoperare il calzascarpe per farlo entrare dentro. Ci sono persone che hanno il cervello di un visigoto ma un pisello di non piu’ di tre anni. Sempre tenuto in garage come la Panda dei pensionati, roba che se lo mettono su Ebay lo vendono subito, base d’asta due euro…Vendesi pisello un poco giu’ di vernice ma come nuovo in quanto usato pochissimo basta solo cambiare le guarnizioni in quanto usato solo quaranta secondi al giorno per fare la pipi’. Sconsigliansi agenzie e perditempo.Adesso va anche molto di moda sentirsi giovani. Come il nostro ex premier che ha detto che lui dorme tre ore per notte perche’ cosi’ puo’ scopare le altre tre. Che forza della natura quell’uomo li’, che moto perpetuo, che maglio da fonderia, che macchina motrice per spingere universi. Quello capace che ti piega le corna alle mucche a mani nude e drizza le gambe ai tavoli rococo’. Se si rompe un dito del piede se lo incolla da solo con l’attack, come Rambo. Tutto questo a 75 anni. Altro che la vitalita’ del Monti che assomiglia al sarago nell’acquario di Gennaro il pizzaiolo. Pensa. Ma se dorme sei ore, fa poi l’amore altre sei? Come Sting? Se dovessero mai fargli un’anestesia che ne dorme diciotto, quella che gli capita sotto tiro la consuma come una gomma da bagnato della Formula1 dopo un gran premio. Comunque. La cosa che non capisco e’ perche’ adesso sia partita la moda che dormire meno, mangiare poco e lavorare soltanto, sia da fighi. Sia un vanto. Non li hai mai sentiti quelli che dicono ..Oh, guarda, io ieri ho mangiato solo una mosca.., ..Oh… a me basta succhiare l’aria quando la Giuseppa fa’ l’arrosto….Ma succhiati altre cose pistola di contrabbando. Fra un po’ ci sara’ gente che dira’ ..Io piscio solo 2 volte al giorno… E tutti.. ganzooooo!!! Mangiare, dormire, far pipi’ sono funzioni normali dell’essere umano. I cinque-dieci minuti che usi per la cagata non sono persi. Perche’ li’ seduti si pensa, e pensare evita le cazzate. .Ah, io dormo 2 ore per notte e sto da dio…Ma neanche un telefonino ci mette cosi’ poco tempo per ricaricarsi. Spiegami come minchia fai? Ma quelli come me che se non dormono 10 ore di fila poi sono delle merde, son tutti coglioni? Io se non dormo son fatto. Per tutto il giorno parlo come Giurato con accento dell’Abatantuono. Ma guarda i banchieri di tutto il mondo? Mangiano poco dormono un cazzo e cosi’ hanno avuto tanto tempo per mandare affanculo l’economia del pianeta e adesso sono in giro con lo scatolone sotto il braccio.. Se sti minchioni avessero dormito, bevuto e mangiato pesante come oche, magari era meglio no… Dai che se tutto va bene ce l’abbiamo nel culo con sto spread sopra il 510..forza cari fratelli del terzomondo, mal comune mezzo gauDio e buon anno e toccapalle il prox sara’ bisestile..sticazz anno bisesto anno funesto e meno male che il bicchiere lo vedo meta’ pieno..hick (sempre con genziana pero’).

Japponesi tettuti


japu.jpg


Non so voi di cosa parlate coi parenti in occasione delle ricorrenze Natalizie.. di certo della situazione di recessione che stiamo attraversando o dei vari gossip di carattere piu’ leggero.. nel mio caso io non parlo, ascolto e giudico solo tra me e me e di solito tra questi due ho sempre ragione io.. ad un certo punto il saputone parentelesco tira fuori una novita’ tanto per far capire che lui ragiona con la mente altrui (per lui che sa tutto in anteprima perche’ legge.. legge.. legge) e parla della cultura orientale..una pizza ragazzi che le mie mascelle si sono quasi slogate a sentire ste belinate sulle cibarie, modus vivendi e dulcis in fundo del fatto che i reggiseni maschili stanno facendo furore.. e no cazzo, qui gioco in casa e non posso stare zitto ..se ben ricordo, due o tre anni fa ne avevo postato la notizia cuccata quando ancora nel 360 avevo quel gruppo di orientali che poi sono spariti assieme al crollo del blog, quindi  cerco tracce del mio post, copio incollo e spedisco seduta stante al saputone che ha dato la notizia come fresca ma rancida e simile alla nuova inquilina del settimo piano, quella che si e’ fatta tirare la pelle e sta friggendo per la paura delle protesi tettoniche PIP.. eccoloooooooooooooo, recuperato e devo ammettere che quando mi rileggo non mi capisco equalcuno di voi dovrebbe farmi la cortesia di spiegare cio’ che scrivo e ve ne saro’ grato..

Akiko Okunomiya: “Penso che sempre piu’ uomini siano interessati ai reggiseni. Da quando e’ stato lanciato, abbiamo avuto feedback dai clienti che dicono wow, lo stavamo aspettando da tempo” ..questa era la notizia che allora avevo visto passare nei post di chi mi commentava, mi ricordo che guardando i gif ci stavano inserzioni per diventare piu’ alti, il tirapisello e anche i reggitette maschili, queste inserzioni erano appunto oggetto di post che vado a incollare qui sotto,, vado neh..

E oggi una notizia slandra, smolla, ridarella, il brodino caldo per digerire le pesantezze della settimana. E’ arrivato dal Giappone il primo reggiseno per maschi. Avete capito bene. Il reggiseno per maschi e’ praticamente un reggiseno uguale a quello che si mettono le donne, pero’ per uomini o finti tali. A cosa serve un reggitette ai maschi? A un cazzo. Poi in Giappone… che neanche le donne ce le hanno le tette, mi ricordo le foto che mi mandavano..sembrava fosse passato il sangiuseppe con la pialla..insomma del tipo zerozerotette. Le giapponesi agli effetti e alle cambiali son piatte come il tavoliere delle Puglie, son pelose nelle parti oscure da far impressione.. ma non si vede, si possono addirittura faxare, se restano chiuse fuori casa passano sotto la porta, altro che le amiche brasileire che hanno la tazzina sul lato B! Attenzione, poi. Il reggipere per maschi non e’ per gli uomini che hanno le tette, che c’avrebbe anche una sua logica… Sai, perche’ agli uomini ad una certa eta’ spuntano le zizze. Diciamolo. Vengon quelle due tettine tristi, quelle due perine vedononvedo, quelle due perette da clistere qui sul petto. Verso i quaranta, a noi mandrilli quando ci chiniamo per tirare su i calzini si formano due tette che la Bellucci se le sogna. Dimagriamo e ci spuntano qui sul davanti due sogliole. Anzi. Due triglie, che son rosa. Poi diciamo …Ho il pettorale un po’ rilassato sul dorso tartaruga rovesciata… Minchia, rilassato? Forse facciamo prima ad arrotolarli e dire che sono due involtini primavera.

Ecco. Questo reggibanane dicevo non e’ per gli uomini della tribu’ delle tette molli, ma bensi’ per gli uomini che stanno cercando la loro anima femminile intrinseca.. questo dice l’inventore del prodigio. Ancora ’sta minchia di anima femminile? Ma basta! Ma se uno e’ uomo che tiri fuori l’anima maschile, porcaputtana. Chicazzossenefrega dell’anima femminile. Se e’ nato col pistolino ci sara’ un motivo no? Hanno sfrantecato i marroni con ’sta storia della parte femminile. Non e’ carino vedere uomini che si spinzettano le sopracciglia, si mettono gli orecchini come Cassano o il cerchietto come Camoranesi. Uomini che si spelacchiano. Tutti Ponzi Depilati. I maschi di oggi son tutti senza peli come pesche noci. Ormai se trovi un pelo addosso a un maschietto teoricamente e’ della sbarbata che conoscono che l’ha perso durante un tentativo d’incontro ravvicinato. Adesso vedrai che il reggiseno per maschi arrivera’ anche da noi. Ci tocchera’ vedere onorevoli in grisaglia con il push up, bagnini in bikini, carabinieri in topless e avvocati penalisti in toga e tanga. Ma io dico. Amico japu dei giorni piu’ lieti. L’anima femminile la scopri se diventi un po’ meno pantegana da discarica, se ti rotoli un po’ meno nel fanghisterio dei viottili a ridosso della tangenziale dove lavorano le vulvivendole quelle dei chiavisteri, se invece che grugnire parli. Non se ti metti il reggikiwi, pistola di contrabbando! Il direttore del negozio (vedi sopra all’inizio del post) ha detto che appena messi in vendita gli uomini han detto «Wow, lo stavamo aspettando da tempo». Ecco. Il fatto e’ che se dicono «wow» proprio etero etero non sono. Diciamo che la loro anima femminile l’han gia’ tirata fuori da un pezzo… E allora per par condicio, cari i miei tokio hotel, aspettatevi donne con un piegabaffi, che tanto ce li hanno gia’ specialmente le vietnamite, le mutande molli con l’apertura davanti e un paraballe.Toh. Per tirar fuori l’animaccia maschile che e’ in loro. E se non hanno niente da metterci dentro non importa. Ci si infilino due kiwi. Cosi’ al pomeriggio si fara’ merenda anziche’..finito con anziche’.
http://i83.photobucket.com/albums/j288/kimkayzach/Happy%20New%20Year/0000000000000EAR20SPLASH.gif

Il mondo che dovremmo avere.

Questo e’ il periodo in cui tutti si e’ piu’ buoni e percio’ il nostro bel mondo dovremmo evitare di distruggerlo e cercare di consegnarlo ai nipoti dei nipoti come lo abbiamo trovato, in questo video oltre alle belle significative scene abbiamo anche le immagini di animali che uccidono per sopravvivere, immagini della natura che si ribella, ma tutto potrebbe ridiventare non dico un’Eden ma un mondo vivibile..questo e’ l’augurio che dovremmo farci, meditate gente..meditate.


CallCenter

CALL-CENTER.jpg
Bene. Adesso metto sul gas il bollitore e mi preparo una ricca camomilla. Magari doppia, in tazza grande. Ci butto dentro tre filtrini, metti che mi parta lo squinterno. Oggi vorrei spendere due paroline in merito alla questione call center. Questa bellissima invenzione per evitare di far spendere inutilmente soldi allo stato e incrementare il lavoro precario. Un numero verde, come la bile che ti fa travasare, un 800 e diosacosa, dove una voce preregistrata ti gnaula la strada per sbrogliare le tue rogne in un battibalengo. Peccato che sia una bufala. Ma diciamolo una volta per tutte. Il call center non ti facilita le cose. Te le complica. A meno che tu non voglia attivare un servizio, allora in quel caso la pratica ti scivola via come l’olio. Se invece vuoi lamentare un disservizio, segnalare un impiccio, reclamare un difetto, allora si scatena la iattura… Se vuole questo digiti uno, se vuole quell’altro digiti due, se insiste ancora digiti tre e se proprio si e’ messo in testa di spaccare i marroni digiti quattro…  e avanti cosi’ fino al dieci che alla fine ti succede come al ristorante quando il cameriere ti elenca il menu’, arriva all’ultimo dessert e tu non ti ricordi piu’ che cosa c’e’ di primo. E schiacci uno, e poi premi cinque, e dopo clicki quattro e poi pigi sei e poi ti viene da starnutire, perdi il filo, e devi ricominciare tutto da capo. Ma ragazzi. Vien proprio da dire.. Ma che minchia state farfugliando.. Date i numeri? Se volessimo giocare a bingo, andremmo nelle apposite sale. Il mio ultimo mach l’ho combattuto con WindInfoviottolo per via di una bolletta assurda degna di un complessivo condominiale frequentato da badanti rumene con necessita’ di conoscere la salute di tutta la citta’ di nascita e con l’orecchio sempre attaccato alla cornetta. Mi sono rimaste le vene del collo spesse come cavi della batteria. E quando ti risponde l’operatore? Tra l’altro dopo ore di sadica attesa ascoltando la fuga della nonna del Beethoven o del Vivaldi, scelta musicale quanto mai azzeccata visto che quattro stagioni sono giusto il tempo che aspetti prima che qualcuno ti caghi per traverso…Sono Virgilio, mi dica,,.Azz,,mi va di culo.. Virgilio, mi faccia uscire da quest’inferno. Tu illustri la tua pena, ma ti accorgi che dall’altra parte del filo che vorresti usare per strangolarti, il buon duca non ne capisce un cazzo. Per lui stai farneticando in aramaico. Poveretto. Non ha esperienza, guadagna una miseria, e poi tutti i suoi neuroni sono occupati a decidere se vendere o meno la sua 600 balestra corta per via dell’aumento della benza. Ti lascia con calma finire la saliva e poi ti spara un…Aspetti un attimo che la metto in linea con un mio collega. Passa ancora una stagione, si fa primavera, nell’attesa tu vai in andropausa, ed ecco che trac, cade la linea. Ti scoppiasse un’emorroide mentre sei nell’anticamera del dentista. Perche’ lo so che questa e’ una strategia precisa. Voi ci fate sbattere a raffica contro un muro di gomma, rimbalzare e rimbalzare, fino che perdiamo i sensi e cediamo. Pagando. Allora fate cosi’. Risparmiate anche i soldi dei call center. Fateci dire dal Monti che dobbiamo pagare sempre e l’ufficio reclami non esiste piu’. Almeno e’ piu’ serio. Almeno e’ leale.

Regali di Natale.

viagra3.jpg
Dai siamo a meno nove al Natale..dopo i saluti anticipati eccovi tre bei regali. Il primo… D’ora in avanti si potra’ comprare il Viagra al supermercato… Fa parte delle liberalizzazioni del governo Montagna. Si potra’ acquistare la pilloletta blu al market sotto casa. Con la ricetta naturalmente. E poi solo nei Comuni con piu’ di 15 mila abitanti. Che questo non l’ho capito. Come mai? Perche’ nei Comuni piccoli c’han tutti dei Black& Decker? Ma quello che mi chiedo e’.. il Viagra in che scaffale lo metteranno? Fra le cose che fanno lievitare, cioe’ tra il lievito Bertolini e il Pane degli Angeli, o tra le cose che fanno diventare dura la roba? Tra l’appretto e la colla di pesce? Al discount venderanno anche le sottomarche, al posto del Viagra il Viogra? Magari faranno anche il farmaco generico che costa meno. Sai come succede per le medicine. Tipo l’Aulin e il Nimesulide. Quindi cosa ci sara’? il Viagra e il Tirosulide? Vabbe’ scivoliamo d’ala su notizie televisive gossipiane. Si vocifera nel web che Mariano Apicella andra’ all’Isola dei Famosi. Perche’ dice che gli piacerebbe che il pubblico vedesse veramente chi e’. Sei sicuro che ci interessi, Marya? Io vorrei lasciarti nel tuo mistero, pensa un po’… Lui sostiene che la sua amicizia con Berlusconi gli ha creato molti ostacoli nella carriera. Eh certo. Pirlapasso. Non fosse stato che era amico di Berlusconi, vinceva Sanremo, vendeva un milione di dischi e lo invitavano a cantare alle nozze di William e Kate al posto di Elton John. Pensa che aveva chiesto di andare come ospite fra il pubblico allo show di Fiorello, ma l’hanno rimbalzato. Gli han detto di nooo… Un no con tantissime o. In effetti una scelta discutibile. Apicella e’ il piu’ grande spettacolo di Villa Certosa nel weekend… Potrebbero andare tutti e due all’isola. Api e il Berluska, dico. Tanto adesso non hanno una mazza da fare. Mary suona e il Berluska canta uno dei nuovo brani del cd. O pesce innammurate» o Acchiappa stu babba’. Il pubblico sicuro che li vota. Peccato che magari gli altri concorrenti gli tirano dietro le noci di cocco. E per finire ecco l’
ultimo regalo. E’ uscito il nuovo calendario Pirelli. E dentro me minchia c’e’? Foto di ombrelli? Tombini? Pneumatici? Pistolini? Non sarebbe male vero? I pirletti del calendario Pirelli. Naaaa. Ci sono 25 foto di donne diversamente vestite. Pensa te. Chi l’avrebbe mai detto. Nota che i mesi son solo 12 anche se bisestile. O i mesi quest’anno per risparmiare sono di quindici giorni, o non capisco piu’ na mazza. Comunque. Ci sono tutte immagini di donne strafighe e nude. Milla Jovovich, Kate Moss, la Margareth Made’. Il fotografo dice che sono nudi che rivelano l’anima. Ora. Che cazzo dire? Se una e’ nuda prima di tutto rivela qualcos’altro. A meno che l’anima sia una cosa nera a forma di brioche, cosa di cui dubito. Comunque la cosa piu’ figa e’ che il fotografo ha detto che per convincere la Made’ a spogliarsi ci ha messo mezz’ora. Posso dire? Margareth. Parliamoci da uomo a uomo. Vai sul set di un calendario Pirelli. Son tutte nude. Siete in spiaggia. Che cosa pensavi che ti facesse fare? La foto per il passaporto? Che ti facesse spogliare per farti una Tac? Ma vfc va’…