Inquina..mento.

inquinamento1

 

Bene l’inverno sembra stia passando, siamo agli ultimi giorni invernalprimaverili ma le notizie permangono in modo allarmistico. Vi ricordate nel marzo dell’anno passato ad esempio quando e’ arrivato da noi il ciclone che passando con aria fredda nell’Africa ha spinto da noi il caldo desertico? Si son squarciate le nubi e dal cielo e’ spuntato un phon enorme che ci ha sparato una botta di aria calda a 180 km all’ora. In quel momento siamo seccati tutti come i biscotti nel forno. Un vento che ci girava le narici al contrario e un caldo bestia con 32° a Porta Susa e i sub-piccioni nelle fontane che apneavano . Roba da matt. Ci avevano detto che arrivava l’uragano, arrivava il ciclone, arrivava il tornado e noi pirla abbiamo rialzato il teleriscaldamento e siam partiti col triplo strato.. le mutande di lana, il dolcevita di pile, il giubbotto imbottito di capretto dell’Himaiala, moon boot e calzettoni. E a mezzogiorno con quel sole forsennato avevamo tutti addosso l’odore di una capra che ha fatto la maratona Torino SanVincenzo. Ora pero’ davvero e’ il caso di finirla con ste notizie allarmanti sul clima perche’ altrimenti diventa un incubo. E la terra che entro il 2050 sara’ spompata dai nostri abusi e dovra’ essere abbandonata, i piu’ facoltosi hanno gia’ comperato un pezzo di Luna per i nipoti. E la Groenlandia che si scioglie. E il Po che e’ secco come Fassino. E nel 2014 iniziera’ l’era glaciale che durera’ duecento anni. E nel 2019 si concretizzera’ quello che dicevano i maya erroneamente per il 2012. Ok. Amici? Che siamo nel guano l’abbiamo capito. Che la situazione fosse grave si sapeva. Pero’, adesso che avete gettato quest’ombra di sfiga sull’umanita’, possiamo darci una mossa? Voglio dire.. se a casa mia sta’ per finire la grappa con genziana, non e’ che lo ripeto tutti giorni, lo scrivo su facebucche o lo dico ai tg. E neanche apro la finestra e mi metto a gridare.. «E’ FINITA LA GRAPPAAA!!! E’ FINITA LA GRAPPAAAA!!!! E’ FINITA GRAPPA CON GENZIANAAA!!!!» No. Me lo dico una volta, due, poi la Lella va a comprarla al Bennet e la genziana in erboristeria a Cirie’, bon..finito e tuttofatto. Ma per risolvere la secca del Po e’ dura nonostante le recenti nevicate e piogge scassamarroni.. francamente non saprei proprio come fare ormai e’ alimentato solo dalle pisciate e non dico balle, dovreste andare in mountainbike lato Stura e arrivati a Venaria vedrete entrare uno scarico verde giallo oleoso

inquinamento

 

che si mischia con l’acqua chiara che scende dal Pian Della Mussa e siamo arrivati al punto che uno per farsi una dose non si compera roba dal solito fornitore ma beve direttamente la dose dallo Stura affluente di sinistra Pidisenzaelle del Po e pensare che tempo fa’ ai Murazzi ci stavano lidi e si faceva il bagno e addirittura..udite udite.. ci stavano pure dei pesci. Ora.. visto che se siamo messi cosi’ e’ proprio per colpa degli scienziati tipo Zichichi che se ne sta’ a Ginevra con il suo Eloisatron, e gli altri colleghi che hanno inventato il motore a scoppio, il computer, i satelliti, e tante belle robette che fan comodo ma stanno mandando tutto dal culo, che si dessero da fare sta massa di imbranati. Son loro che sanno come si fa’ ad evitare questa catastrofe e a rammendare sto benedetto buco del c.. dell’ozono. No, perche’ io sono molto contento di raccogliere le bucce di patata, le pile esauste e i filtrini usati del the’ ma sono certo che non puo’ bastare, senza contare che noi italici siamo forti e cito un esempio di alcuni paesi che effettuano la differenziata e altri no..ebbene si vedono scene da films..la macchina dell’abitante della raccolta differenziata arriva quatta quatta  nei pressi del bidone della monnezza del paese ove non si effettua ancora la differenziata o dove ci sta il recinto tipo gabbia dei polli aperta, si ferma, scende facendo finta di controllare le gomme. L’occhio spazia a 360° e poi via di corsa, apre il bagagliaio tira fuori 4 sacchi (ha la monovolume rinforzata) di spazzatura concentrata suocera compresa e li sbatte riempiendo il bidone o li appoggia per terra secondo i casi… quando anche questo paese fara’ la differenziata detti sacchi saranno ospiti nei campi fianco tangenziale (vedasi la zona che ospita i nomadi castigatori di cavi di rame) e non oso pensare alla spazzatura a pagamento come in suisse. Ad ogni modo cari scienziati che minchia dobbiamo fare… meno pipi’? Piu’ cacca per concimare? Insomma o ci dite cosa cazzo fare o tacete per sempre e lasciate che ci estinguiamo nella beata ignoranza come le oche da pathe’ che si ingozzano fino a quando non arriva il contadino che tira loro il collo. Invece tutte le vostre energie sono spese in studi di cui francamente mi sfugge l’utilita’. A Londra per esempio hanno inventato le uova medicate. Mi spiego meglio. Si allevano galline geneticamente modificate che fanno uova che curano. Le uova con dentro le medicine. Sei malato? Ti fai una frittata. Hai la tosse? Niente sciroppo, ti fai un’omelette oppure fai il buchino e dai una spompinata. Al posto del portapastiglie classico in ceramichina o intarsiato nell’argento comprato al mercatino, ti porti una gallina in borsetta. Cosi’ quando hai mal di testa invece di schiacciare fuori dal blister una pastiglia di Moment ti bastera’ spremere la gallina come un tubetto di dentifricio. Non so se ste uova van anche bene come supposta. Spero ardentemente di no. Comunque una bella idea. Io modificherei anche le mucche valdostane. Cosi’ quelle belle cagatone grosse come centri tavola si potrebbero usare per fare gli impacchi a chi dico io…e ricordatevi di portare avanti di un’ora il reloj domingo per la manana.

inquina..mento 2

Contrariamente Giovani.

contrariamente giovani A

 

 

 

Settimana Santa, settimana di piccole privazioni per prepararci allo strafogamento Pasquale (Lino per gli amici) e soprattutto settimana di riflessioni. Il tempo ci e’ ostile ma noi contrariamente giovani appartenenti alla setta degli adepti sindromati peterpaneschi affiliati alla alla GASP (Gioventu’ Anziana Senza Pudori) non ce ne facciamo di problemi.  Agli effetti molti eterni delfini sembrano condividere il destino di Carlo d’Inghilterra, invecchiato in sala d’attesa, o quello di certi enfant prodige che col tempo smarriscono il prodige e si tengono solo l’enfant. Se pero’ oggi persino un settantenne puo’ sembrare un giovanotto arrembante e’ perche’ i contrariamente giovani non mollano assolutamente la presa… e pensare che non molti anni fa’ i quaranta-cinquantenni erano rottamati o riciclati in mestieri tipo nonno a tempo pieno con annesso nipote e/o cagnolino, giornale, con la prospettiva discussionale a base di colesterolo, trigliceridi esami vari clinici e iter pensionistico bloccato…
Il problema e’ che in Italia il narcisismo sta diventando una malattia senile non riconosciuta dalle esenzioni mutualistiche. Altrove e mi riferisco extra italy il capo di un partito (banca,ufficio, ospedale, universita’) si congeda dal palcoscenico e scivola con tutti gli onori dietro le quinte o nella buca del suggeritore. Qui invece il contrariamente giovane, rimane aggrappato al proscenio con le unghie e con i denti e se e’ il caso anche con la dentiera. Gli incarichi consultivi, prerogativa sacrosanta dei vecchi saggi, lo deprimono molto assai tantissimo. Lui il C.G vuole esserci, apparire, contare e in certi casi anche cantare. E cosi’ innesca l’effetto-tappo (ogni riferimento e’ puramente casuale) poiche’ si rifiuta di scendere dal palco del lavoro, chi gli sta dietro non riesce ad avanzare e quelli ancora piu’ dietro neppure a salire sul palco. Deve aver confuso il prolungamento della vita con quello della poltrona. Forse perche’ per lui solo la poltrona e’ vita. O pirla scendi da sto palco del cazzo e guardati allo specchio.. ormai sei quello che tu una volta definivi fossile matusa rimbambito, largo ai giovani cinquestelle e vai sulla tua panchina col giornale a leggerti le tue percentuali di colesterolo e trigliceridi e fai spingere il tuo mezzo di trasporto dalla badante transylvanica.

contrariamente giovani B

Password di Windows dimenticata?

pass

Duro dimenticare la pass e duro entrare su un pc protetto e pensare che ci sono programmi che sproteggono.. ne cucco uno a caso..il

Lazesoft Recover My Password.

Questo ovviamente e’ un programma gratuito che permette di resettare la password di tutte le principali versioni di Windows. E’ suff. Sbatterlo su un CD o su una pennetta USB e seguire i prossimi passi.

E’ efficace e non cracka nessuna altra applicazione e soprattutto non si porta dietro DLL.

Scaricalo qui (e’ il quinto) e comincia lo sderenamento

pass1

 

Comincia col clickare su Burn bootable CD/USB Disk Now! Attento che devi inserire nel Picci il tuo bravo CD o la penna USB dove installerai il software per bypassare la password di Windows. Pigia su Next e metti il segno di spunta accanto alla voce CD/DVD o alla voce USB Flash. Volendo potresti pure creare un’immagine ISO per tenerti il programma a portata di sderenamento.

Ora seleziona il dispositivo per copiare Lazesoft Recover My Password e vai su Commit per lo scarico programma. Occhio che se opti per la pennetta USB, il software te la formattera’ facendoti secco tutti i dati che avrai sulla pennetta.

Fatto lo scarico, riavvia il PC ed esegui il boot (ovviamente il BIOS deve essere impostato come unita’ primaria su dove tu vorrai far ripartire il tuo picci (o sul CD/DVD o su porta USB).

pass2

 

Per avviare Lazesoft Recover My Password, seleziona la voce Lazesoft Live CD dal menu di boot che compare dopo il riavvio del PC e premi il tasto Invio sulla tastiera del tuo PC. Attendi quindi che vengano caricati i file del software e, nella schermata che compare, clicca sul pulsante Next accertandoti che nel menu a tendina collocato al centro dello schermo sia evidenziata la voce Reset Windows Password.

Nella finestra che si apre, clicca su Yes per confermare che stai utilizzando il programma solo per scopi personali (seeee..nasooo e non per crackare il PC della ditta o della ragazza). Nei due menu a tendina che compaiono, seleziona rispettivamente il nome del Sistema Operativo del quale vuoi bypassare la password (es. Windows 8) e la voce Reset local password e clicca su Next. Infine, seleziona l’account utente di cui vuoi disattivare la password (es. Carlo Ermejo) e fai click prima sul pulsante Next e poi su RESET/UNLOCK, OK e Finish per eliminare la password dell’account selezionato e riavviare il PC.

Bon..caro terminator ora potrai entrare nel PC.

Se vuoi evitare che entrino sul tuo fai come me e criptalo usando pass cifrata col sistema BitLocker e col cavolo che riuscirai a ritrovare la pass, devi solo evitare di scordarla..sembra facile..sembra facile..

passterza

 

IMEI la tragica storia (a lieto end)

imei

 

 

Come cambiare l’IMEI. (studio)

Inutile mettere software del tipo f-secure o similari che teoricamente dovrebbero far desistere il furto del vostro Samsung che avete comprato firmando 3 etti di cambiali senz’osso. Ovvio che e’ giusto avere sempre a portata di lettura il proprio IMEI che potrete leggere digitando *#06# solo per fare una denuncia ai Caramba che di certo non ve lo ritroveranno ma servira’ la copia della denuncia fatta,  per bloccare la SIM col vostro gestore che mettera’ in black list l’IMEI col l’intento di evitarne l’uso da parte dei castigatori che non essendo pirla faranno in modo di azzerarla e sostituirla con altra vergine, e sapete come fanno e come non dovete fare anche se incazzati contro tutte le strutture multinazionalistiche?

E mo’ vi dico ma occhio che e’ illegale e lo sottolineo il legale..
1. Scaricano questo programma o uno simile.(non clickate subito il link).
2. Scaricano questi drivers o simili. (ora clickate pure).
3. Scompattano il tutto in una cartella.
4. Appuntano l’ indirizzo IMEI (che trovano scritto nel vano della batteria o digitano *#06#).
5. Senza SIM card digitano in standby il codice *#1546792*# (il codice puo’ essere diverso da fw a fw).
6. Entrano in Internals [4] e usano come masterkey *#2456987*# (il codice puo’ essere diverso da fw a fw).
7. Selezionano Test mode [3] – Common [9] – USB configuration [6] – Qualcomm USB [2].
8. Confermano ed uscono dal menu’.
9. Collegano il cavo USB al cellulare.
10. Quando richiesto installano i drivers.
11. Avviano il programma scaricato.
12. Selezionano il  modello di cellulare.
13. Inseriscono l’indirizzo  IMEI senza l’ultima cifra dopo /
14. Controllano accuratamente e confermano.
15. Finito il tutto staccano il cavo dal cellulare.
16. Digitano *#1546792*# (il codice puo’ essere diverso da fw a fw).
17. Ripetono la procedura di prima fino ad USB configuration dove dovranno specificare Samsung USB [1].
18. Confermano e ravviano il cellulare.
19. Una volta acceso il cellulare digitano *#06# ed ecco l’IMEI cambiato e voi muti e rassegnati e che satana stramaledica loro e quelle vulvivendole di madri che si ritrovano.

Ovviamente ripeto che quanto sopra e’ solo a livello nozionistico in quanto i 19 passaggi esposti sono reato bello e buono e se anche le forze dell’ordine non troveranno mai il vostro Samsung, non e’ detto che voi dobbiate comprarne uno a buon mercato sostituendone l’IMEI (per questo motiv il link del programma non e’ scaricabile ma vi rendera’ solo l’idea e basta poco a renderlo scaricabile (capisci..amme’).

Ps.. Alcuni chiederanno ..e per il  Motorola? Giusto sig. alcuni..volete fare una prova? Contenti voi…scaricate e prendete..

 

Quando avete tutto il necessario eseguite queste semplici operazioni:

  1. Lanciate il programma
  2. Inserite il nuovo IMEI
  3. Collegate il telefono all’interfaccia
  4. Accendete il telefono ed attendete che vada in CLONE MODE
  5. Digitate 03# sul telefono
  6. FATTO!!! Che culo avere Motorola vero? 6 punti contro 19

Mario stagista tappezziere dira’.. e con l’IPHONE 4 come la mettiamo?..

Siccome sei inca..volato per la castigatura che ti fecero procedi in detto modo..

Scaricati e installa il ZiPhone facendo un doppio clic ed aprendo il file nel tuo desktop per incominciare il processo di modifica del mio IMEI.

Apri il programma dei comandi “eseguire” e scrivi “cmd” senza virgolette. Questa opzione la troverai cliccando su “inizio > Esegui”.

Scrivi cd Desktop/ZiPhone nello spazio della ricerca e premi “Enter” sul tuo computer. Collega il tuo iPhone al Pc con il cavo dell’iPhone.

Metti l’ iPhone su ripristino.Premi i bottoni “acceso” e “inattivo/attivo” (“sleep/wake”) simultaneamente finche’ non vedi apparire il logo Apple; poi lascia il bottone “acceso”. Continua a schiacciare il bottone “inattivo/attivo” finche’ non vedi il logo di iTunes e un cavo sul tuo schermo.

Per terminare l’operazione di cambio dell’ IMEI del tuo iPhone scrivi “Ziphone-u -i a 123456789012345” sui comandi. Cambia il numero del codice IMEI che desideri fare secco.

Aspetta che il programma localizzi l’archivio zibri.dat. Il tuo iPhone 4 si riavviera’ automaticamente e avrai gia’ il tuo nuovo IMEI sul telefono.

 

Attenzione ripeto ..cambiare l’IMEI del telefono e’ illegale.Non sono responsabile della procedura che e’ solo a scopo didattico richiestami dall’amico Mario che versava in condizioni affrantistiche in quanto pur avendo un programma localizzatore sul suo IPHONE4, pur avendo fatto denuncia immediata dopo 45gg era ancora li che aspettava gli esiti e da notare che gli addetti avevano la possibilita’ immediata di individuarlo ma occorreva l’ok da parte della magistratura.(notice dell’ultima ora, l’IPHONE4 e’ stato ritrovato e l’Arma ha pure trovato un filmato del castigatore, meglio mai che tardi no? Nel frattempo Mario se n’e’ comprato uno nuovo facendo sei trasfusioni di sangue..ora lo vendera’ su Ebay o lo mettera’ nel museo delle cose ritrovate).. un consiglio terra terra, utilizzate le societa’ serie di vendita prodotto..garantisco il ritrovamento in tempo reale..ma voi in parallelo fate la vostra brava denuncia all’Arma.. pace  e pene a tutti.

Genesi Informatica delle Pall..me.

DOMENICADELLEPALME.jpg

 

Considerato il clima sereno in cui stiamo sopravvivendo inserisco questo post .. per comprenderlo occorrebbe una piccola infarinatura informatica o quanto meno un poco di dimestichezza con l’algebra booleana e soprattutto con la religione e col parlamento.

1. All’inizio Dio creo` il Bit e il Byte. E da questi  creo’   la Parola (Word).
2. E ci furono due Byte in una Parola; non esisteva nient’altro. E Dio separo` l’Uno dallo Zero; e disse che era cosa buona e giusta.
3. E Dio disse – Lasciate che i Dati siano.. e cosi` fu’ (poi in seguito disse ..Kung..e Kung fu). E Dio disse – Lasciate che i Dati vadano al proprio posto. E creo` i floppy disks, gli hard disks e i compact disks e le pendrive da un chilo da un mega e da un giga e poi forse un tera (ma non si sa bene).
4. E Dio disse – Lasciate che i computer siano, cosi` ci sara` posto dove mettere i floppy disks, gli hard disks e i compact disks e le pendrive.
Cosi` Dio creo` i computer e li chiamo` Hardware. Vide che era cosa buona e giusta e se ne compiacque.
5. E non c’era ancora il Software. Ma Dio creo` i programmi… piccoli e grandi… E disse loro – Andate e moltiplicatevi e riempite tutta la Memoria Ram o chi per essa escludendo i Rom perche’ era leghista.
6. E Dio disse – Creero` i Programmatori; e i toghituentinain faranno nuovi programmi e gestiranno i computer, i programmi e i Dati ed altro..altro.
7. E Dio creo` il togotuentinain, e lo mise nel Centro Dati; e Dio mostro` al togo l’Albero dei Cataloghi e disse – Puoi usare tutti i volumi e sottovolumi, ma NON USARE Windows neh..non fare il bastardo dentro.
8. E Dio disse – Non e` Bene per togotuentinain stare solo. Prese una costola dal corpo del togo28+1 e creo` una creatura che avrebbe seguito il togo30-1, e ammirato il togo25+4, e amato le cose fatte dal togo5*5+4; e Dio chiamo` la creatura: l’Utente (nn lu tente).
9. E il togo29 e l’Utente giacevano sotto il puro DOS ed era cosa Buona.
10. Ma Bill era piu`furbo di tutte le altre creature di Dio. E Bill disse all’Utente – Veramente Dio ti ha detto di non lanciare nessun programma?
11. E l’Utente rispose – Dio ci ha detto che possiamo usare ogni programma e ogni parte dei Dati ma ci ha detto di non lanciare Windows o moriremo.
12. E Bill disse all’Utente – Come puoi parlare di qualcosa che non avete mai provato. Nel momento in cui lancerai Windows diventerai uguale a Dio.
Potrai creare tutto quello che vuoi anche un movimento fivestars con un semplice click del tuo mouse.

13. E l’Utente disse che i frutti di Windows erano piu` belli e piu` facili da usare. E l’Utente disse che ogni conoscenza era inutile – finche` Windows non l’avesse rimpiazzata.
14. Cosi` l’Utente installo` Windows 8 nel suo computer, e disse al togotuentinain del fatto del Bill e che era cosa Buona e giusta.
15. E il togotentinain inizio` immediatamente a cercare nuovi driver. E Dio gli chiese – Cosa stai cercando pirletta? E il togo29 rispose –
Sto cercando nuovi driver perche` non li posso trovare nel DOS. E Dio disse – Chi ti ha detto che hai bisogno di nuovi driver? Hai lanciato Windows 8?
E il togopirlettinanin disse – E stato Bill Porta che ce l’ha detto!
16. E Dio disse a Bill Porta – Perche` questo, sarai odiato da tutte le creature. E l’Utente sara` sempre infelice a causa tua. E venderai sempre Windows anzi te lo taroccheranno tutti i toghini a venire futuri.
17. E Dio disse all’Utente – Perche` hai fatto cio`. Windows 8 ti deludera` e prendera` tutte le tue Risorse; e dovrai usare spregevoli programmi; e dovrai sempre basarti sull’aiuto dei discendenti toghesi.
18. E Dio disse al togopirletta – Siccome hai ascoltato l’Utente non sarai mai felice. Tutti i tuoi programmi avranno errori e tu dovrai risolverne sempre di piu`fino alla fine del tempo.
19. E Dio li mando` fuori dal Centro Dati, chiuse a chiave la porta e la protesse con una password.
20. GENERAL PROTECTION FAULT

genesi.jpg

Auguri per una serena e lieta Domenica delle Palme …

Si e’ bloccato il Gadget Meteo in Sidebar

gadget

L’altra mattina mi sono alzato all’alba delle 10.30, nel cuore della notte e il gallo non aveva ancora cantato, ho lumato il pc acceso ed ho notato una anomalia sul programma Sidebar presente in Win7 e precisamente nella posizione Meteo che anziche’ indicarmi la temperatura presentava la scritta “servizio non disponibile”.

 Ho pensato..non sembra ma io penso ogni tanto, ad una momentanea assenza di linea che e’ tipica di Vodafone ma la linea stranamente fungeva e quindi la faccenda si metteva male perche’ molto probabilmente era dovuto allo scarico di worm .. di quelli che si inseriscono automaticamente e se non vedi la scritta che sta’ entrando il verme in automatico si accomoda nel tuo pc e ti fa’ godere come un falco..

 Ergo, ho cercato di fare un giro nel PC ed entrando col cerca programmi che sta’ sopra lo start in  MSCONFIG  per vedere se in avvio il verme si era flaggato in automatico.

Non notando anche se pioveva nulla di strano ho tentato il ricarico del programma ma me lo ha vietato perche’ dovevo contattare l’amministratore e dato che Luciano era in ferie ho provato a scaricare e ricaricare il programma..niente da fare, sono ricorso quindi al ripristino configurazione ma non me l’ha preso, non mi sono scoraggiato e andando in modalita’ provvisoria con riavvio bacchettando F8 ho ripristinato alla data ma l’anomalia era sempre presente e a pensarci bene l’amministratore sono io ed e’ mio uso e costume o slip autorizzarmi sempre da solo, quindi ho fatto il percorso  C/program files/windows/ sidebar

 percorso

 

Solitamente queste anomalie non mi scalfiscono in quanto la mia lotta con virus e’ ancestrale ed a livello studio mi ci diverto selvaggiamente e quindi ti dico che e’ finita bene dopo una giornata di smanettamento e sto’ post lo inserisco anche per aiutare chi ha tuttoggi e tuttdomani lo stesso problema e dal motore di ricerca vedo che sono in tanti ad averlo.Per la cronaca ho individuato che la causa e’ derivata da un aggiornamento di Adobe Flash Player richiesto da Facebook per vedere non so’ quale filmato e datosi che il pc a volte lo utilizza anche Lella per veleggiare in Facebucche non dico altro e non colpevolizzo nessuno in quanto errare humano est ma Lella e’ ovest e ciancio alle bande veniamo (stato a luogo) allo smanettamento.

Ho aperto la cartella  vlsrvc.dll  da 106kb che con buona probabilita’ era l’incriminata, dopo la classica videata di attenzione attenzione che se insisti son membri tua e che bla bla..

Sono ito col destro mouse in proprieta’/sicurezza della cartella ed ho visto che chi aveva il permesso di manovrare era un certo TrustedInstaller amico di Bill Porta.

 Trusted

 

mentre io povero, avevo solo la facolta’ di leggere

 mia

 

detto fatto non mi sono fatto suggestionare e ho aggiunto la proprieta’ di variazione anche per me, lasciando ugualmente la possibilita’ al Trusted di fare variazioni in quanto Microsoft se ne accampa a tuttoggi i diritti e non vorrei si incavolasse nella sniffata che fa’ di solito per controllare cosa faccio. (per la cronaca Ermejo sono me in qualita’ di sapone..uno che insomma e son modesto).

 proprieta' finale

 

Ora potendo agire sono tornato in start/Cerca programmi scrivendo

regsvr32.exe vbscript.dll

ed e’ uscita la frase

DllRegisterServer in vbscript.dll succeeded

Ho riavviato ma non e’ successo nulla, l’ano..malia persisteva, quindi sono ito nel sistema col solito percorso Start/Cerca Programmi e ho scritto regedit (Tu che leggi se non l’hai mai usato, fai attenzione perche’ e’ il registro di sistema. Se cambi qualcosa senza sapere cosa stai facendo,son membri acidi e rischi di rendere instabile Windows facendoti piangere come un vitello.)

  • Ho cercato la voce: HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftWindowsCurrentVersionInternet SettingsZones

  • ho individuato un simbolo strano che sembrava una |, prima della zona denominata 0 (poi ci stavano anche 1-2-3-4).

  • sono andato nella descrizione del simbolo | ed effettivamente era dovuta all’Adobe quindi mi sono preso nota della voce, l’ho delettata, ho incrociato le dita e prima di riavviare ho tolto pure l’Adobe che ho riscaricato in seguito).

  • Il lavoro ha dato i risultati e il meteo (e anche il cambiavalute presente nel gadget Sidebar) ha ripreso a funzionare, ha ripreso anche il ripristino automatico e tu che leggi fai solo attenzione a quello che scarichi come aggiornamento.

  1. Ps. Ho preso nota di tutte le manovre che ho visto nei siti appositi per ovviare all’inconveniente, ci stava chi ha disabilitato la piattaforma di gestione gadget andando nel pannellodicontrollo/programmi/programmi di funzionalita’ di Windows/ togliendo la spunta dalla voce gadget per Windows come vedi dalla jpg

 windows

E diceva che si era sistemato il tutto dopo il reinserimento gadget, io ho provato ma inutilmente ..tutte balle.. semmai prova anche questa e se non ce la farai.. ti resta solo un viaggio a Lourdes e metti il pc nella fontana e raccogli la moneta.

8 marzo.

 

 8 marzo

Ti voglio addomesticare per i festeggiamenti donnaioli ottomarzini e farti diventare una donna di classe senza la mimosa che tra l’altro puzza forte e ti fa’ venire male alla capa e senza visione di strip mascolini. A costo di prenderti a sberle dalla mattina alla sera per festeggiare. L’intelligenza non basta. E soprattutto non aiuta. Quello che manca all’antica figheria del borgo…anzi no cominciamo dal principio.. dalle aste, non quelle di Telemarket ma quelle che tracci sul quadernetto a righe formato scuola dell’obbligo. . Prima di tutto e’ importante essere belle dentro ed e’ inutile che tu tenga la radiografia che ti hanno fatto al pronto soccorso di Cirie’ come controllo. E poi non fra intendere..che c’entra l’anima ..non farti cattive idee… Belle sotto, intendo. Sotto i vestiti. Con un bel completino intimo. Il resto poi e’ tutto in discesa. Tu hai sempre pensato che se una cosa non si vede, tanto vale star li’ a perder tempo ad occuparsene. Una mutandina vale l’altra. Sbagliatissimo. Per la donna di classe, quella fighettona da sballo belenitica, l’intimo e’ un caposaldo e il pizzo una pietra miliare. Cosa farai mai?… A te povera i merletti fan venire la grattarola e ti fa’ capire che la relazione con l’intimo non e’ mica cosi’ facile e allora passiamo alla parte alta e intendo il reggitette. Inferno di ogni donna che si meriti questo nome anche prima e dopo l’otto di marzo. Se sei dinamica e proiettata a tutta birra nella performance, c’e’ il reggitette sportivo che trovi al Decathlon di Settimo Torinaise il Domyos a 5,95 eurini. Completamente elasticizzato. Bello, per carita’. Pero’ non regge. Spalma. Di due tette non te ne rimane neanche piu’ una. Solo un leggero spessore a livello del decollete’. Poi ci sono i reggitette fantasia. Di tulle, garza, retino per le farfalle. Quelli nascono molli e finiscono mosci. Sembran fatti di chewingumme. Son reggiseni senza carattere. Abulici. Seguono impassibili la discesa della tetta senza opporre resistenza. Non reggono neanche la durata. Due giri di lavatrice ed e’ come legarsi al petto la pelle del salame. Al contrario del push up. Il reggiseno che tira su. E su e su. A gorgiera. A canotto. Piu’ in alto e ancora su. Come cantava Renato Zero. E piu’ solleva e piu’ unisce. E sta’ scritto… la donna non unisca quel che il cielo ha separato o era frase diversa..boh. E invece su’. Col risultato di scolpirti sul petto un’unica monotetta. Col push up perdi il seno e ti ritrovi al suo posto un mostruoso siluro che spara sul davanti come un unicorno. Un cofano puntuto. Un imbuto da damigiana ma rovesciato. Se invece di seno sei sprovvista come la Sandrina quella passata sotto la pialla del sangiuseppe puoi sempre tuffarti tra le braccia di un reggiseno ad olio. Ripieno di cassora (piatto tipico longobardo desiderio del trota). Oppure con le coppe. Una destra e una a sinistra. Primo e secondo premio. A meno che non voglia farti sollevare il tutto dal reggiseno col ferretto. Che in realta’ e’ una putrella di ghisa che va ad appoggiarsi esattamente sulla piega della costola e lungo andare te la lima. E da ultimo rimane il classico reggiseno a balconcino. Che ti fa quel bel davanzale sul davanti adatto ad appoggiare vasetti di primule, ciuffi di mimosa e in estate anche il dondolo e l’ombrellone. Da un po’ pero’ sti balconcini hanno la ringhiera sempre piu’ bassa. Devi stare attenta. Se ti sporgi troppo finisce che ti ritrovi le tette al pian terreno e chi piu’ ne ha piu’ ne metta e lasciamo perdere la donna di classe e continua ad essere il cesso che sei e all’otto di marzo gaudisciti sta festa delle donne se ti senti tale.ehhm per la serie delle massime che diceva nonno mi e’ venuta alla mente questa..il sesso debole e’ piu’ forte del sesso forte in quanto il sesso forte ha un debole per il sesso debole..ma non e’ il mio debole. Au Ghuri e spolpati la mimosa.